Juventus

    Gioca con Me

    Sviluppato in collaborazione con il Cento Unesco di Torino (con il patrocinio dell’UNESCO Italia), “Gioca con me” offre l’opportunità a bambini e bambine a rischio di emarginazione di seguire i programmi della Scuola Calcio Juventus.

     

    Contenuti

    • Il progetto prevede la selezione da parte del Centro Unesco di 22 bambini per annata, nella fascia d'età relativa alla scuola primaria (dalla seconda alla quarta elementare) che per motivi economici e sociali non potrebbero sostenere il costo dell'iscrizione ad un’attività sportiva, in questo caso legata al gioco del calcio.
    • Ogni bambino, se manterrà le caratteristiche per le quali è stato selezionato, viene coinvolto in un ciclo triennale di attività.
    • Da settembre a giugno ciascun bambino entra a far parte dei gruppi/squadre della Scuola Calcio Juventus Sisport indossando il kit Scuola Calcio Juventus/Adidas, in completa integrazione con il resto del gruppo.
    • L'attività è svolta in totale sicurezza presso gli impianti di allenamento JSS e seguita da un team tecnico qualificato e costantemente formato da Juventus.
    • Il Centro Unesco di Torino organizza corsi di formazione rivolti agli operatori (scolastici e sportivi) e alle famiglie sui concetti di solidarietà e responsabilità.
    • L'attività verrà costantemente monitorata da ogni punto di vista, verificando i programmi tecnici e l'evoluzione degli aspetti sociali e psicologici sia del partecipante, che della squadra e delle famiglie.
    • Gli impianti coinvolti in questa attività sono situati in tre zone nevralgiche di Torino e prima cintura, facilmente raggiungibili a livello logistico.
    • In ogni impianto è previsto un team di supporto in affiancamento al «responsabile del progetto» (o Tutor) che sovrintende l'attività ed è il punto di riferimento per i soggetti coinvolti.

    Mission e Obiettivi

    • Promuovere una cultura di integrazione, collegandola strettamente ad un'attività sportiva di gruppo quale occasione di inclusione sociale.
    • Dare ad alcune famiglie l'opportunità di iscrivere il proprio figlio a un'attività sportiva di gruppo, in questo caso legata al calcio, che altrimenti non potrebbero sostenere.
    • Premiare bambini che, nonostante condizioni di vita difficili, frequentano regolarmente la scuola con buoni risultati.
    • Formare allenatori, famiglie e insegnanti ai concetti di solidarietà e responsabilità.
    • Contrastare ogni forma di discriminazione e razzismo, dentro e fuori dal campo, attraverso la trasmissione di valori quali il rispetto di se stessi e degli altri, la solidarietà e l'uguaglianza.

    Gli impianti e le scuole

    Il progetto rivolge la propria attenzione a bambini appartenenti a famiglie con difficoltà economiche e sociali, meritevoli dal punto di vista scolastico per frequenza a scuola, impegno, comportamento, andamento.

    Per il fine stesso del progetto che promuove i valori dell'uguaglianza e dell'integrazione, nell'identificazione dei candidati non sono applicati alcun tipo di distinzioni in base a sesso, nazionalità, cultura.

    Le scuole stesse hanno contribuito all'individuazione di alcuni parametri utili alla scelta dei partecipanti. I bambini coinvolti vengono selezionati annualmente dal Centro UNESCO di Torino ed inseriti ogni stagione sportiva nei poli di allenamento della scuola calcio bianconera.

    A supporto dell'attività formativa scolastica e sportiva i bambini vengono dotati sia di un kit scolastico Juventus, sia di un kit di allenamento Scuola Calcio Juventus/Adidas (fornito gratuitamente e comprensivo di scarpe da calcio).

    Le scuole interessate risiedono in tre aree della città e prima cintura, particolarmente esposte al disagio sociale ed individuate in base alla vicinanza di queste agli impianti sportivi di allenamento della Scuola Calcio Juventus Sisport.  In ciascun impianto vengono inseriti annualmente dai 3/4 bambini per gruppo (sette/otto per impianto), per un totale di 22 partecipanti per ogni annata.

    Gli impianti attualmente interessati coinvolgono le città di Grugliasco e Settimo e la Circoscrizione 10 del Comune di Torino.

    L'attività sportiva

    Il progetto "Gioca con Me" parte nella s.s. 2012/2013 con l'annata 2005, per dare l'opportunità di giocare in bianconero a bambini e bambine che per motivi sociali ed economici non potrebbero unirsi ai coetanei iscritti.

    Da allora, ogni stagione vede inserire in un ciclo triennale nelle scuole calcio Juventus 22 bambini in gruppi pari età per seguire i programmi di insegnamento tecnico-educativo del Modello bianconero al fine di coinvolgere i giovani partecipanti in un processo di integrazione e crescita in un ambiente sereno, sicuro e affidabile.

    Ogni partecipante prende parte ai programmi di allenamento Juventus relativamente alle cat. Piccoli Amici e Pulcini, previsti per l'annata di appartenenza, dando così garanzia di continuità e costanza nell'impegno sia a scuola che in campo.

    Durante la stagione sportiva, inoltre, i bambini e bambine, essendo parte integrante della scuola calcio, vengono coinvolti nelle Manifestazioni e Tornei programmati per la categoria di pertinenza, veri e propri momenti ludici e didattici che mettono in pratica tutto il lavoro svolto durante gli allenamenti e danno l'opportunità di confrontarsi con nuovi amici.

    Nell'ambito delle iniziative vi è infine la "Giornata Mondiale contro le Discriminazioni Razziali" che ogni 21 marzo vede scendere in campo a Vinovo i bambini del progetto assieme a tutti i loro compagni di allenamento per trascorrere una giornata all'insegna dell'integrazione, solidarietà e divertimento e dove, appunto, discriminazione e razzismo non trovano posto.

     

    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK