Juventus

    Impatto nella comunità locale

    La città di Torino e Juventus hanno un legame storico profondo che fonda le sue origini a fine ‘800, quando un gruppo di amici torinesi, uniti dalla passione per il calcio, fondano una società sportiva, che negli anni diventerà una delle squadre più amate d’Italia. La squadra cresce negli anni e raccoglie intorno a sé un numero sempre maggiore di tifosi e di vittorie, creando così dei continui intrecci con il territorio dove stava crescendo e dove cresce tutt’ora. Ed è proprio negli ultimi anni che il Club, con la costruzione dello Stadium nel 2011, la realizzazione del J|Museum nel 2012, la riqualificazione dell’area Continassa - che da Luglio 2017 ospita la nuova sede - e le numerose iniziative di charity rafforza ulteriormente la propria presenza creando valore aggiunto per il territorio stesso. Un percorso molto ambizioso, volto da un lato a consolidare il patrimonio di Juventus e dall’altro a riqualificare il territorio dove il Club nasce, cresce e vince.

    J VILLAGE: DIALOGO, RIQUALIFICAZIONE E CURA DELL’AMBIENTE

    Juventus si è fatta promotrice del recupero di un’area assai degradata della città, che prende il nome dall’antica cascina nobiliare “Continassa” risalente all’inizio del 1700.

    Il J Village accoglierà a breve sei insediamenti: il JTC (Juventus Training Center), nuovo centro di allenamento della Prima Squadra dove avrà sede anche il Centro Media; la nuova sede della Juventus che riporterà a nuova vita la cascina Continassa; il J Hotel; la Scuola Internazionale ISE; un immobile destinato ad attività di intrattenimento, ristorazione e commerciali. Completano l’insediamento una Centrale Tecnologica Energetica e le opere di urbanizzazione a servizio dell’area. Il Club per realizzare questo progetto ha iniziato a dialogare con la Città di Torino a fine 2011, attraverso la sottoscrizione di diversi Protocolli d’Intesa e la presentazione di un progetto di riqualificazione e valorizzazione dell’area, tra il 2013 e il 2015.

    J|MUSEUM: UN MUSEO INTEGRATO NEL TERRITORIO

    Il percorso museale è stato concepito come un continuo scambio tra la storia di Juventus e gli avvenimenti storici sociali più importanti: questo binomio di informazioni è particolarmente evidente nei pannelli espografici e nelle installazioni dedicate alla “Juve si racconta”. La storia di Torino e la storia del Club si incrociano continuamente, coniugando tradizione e innovazione, e il Museo vuole essere uno strumento di valore per il territorio e per la città.

    J|MEDICAL: UN MODELLO SANITARIO INNOVATIVO

    A fianco del J|Museum, sul lato Est dello Stadio, sorge il centro poliambulatoriale, diagnostico, fisioterapico di medicina sportiva J|Medical, ideato da Juventus e Santa Clara Group.

    La struttura offre al pubblico una vasta gamma di servizi: dalla diagnostica per immagini alla medicina specialistica, dalla fisioterapia alla riabilitazione, dalla medicina sportiva a quella rigenerativa, per accogliere e accompagnare i pazienti in un percorso di prevenzione e cure completo e personalizzato.

    Il centro, che rappresenta un’importante novità per Juventus e per il territorio stesso, prevede un centro di medicina sportiva aperto agli atleti della Prima Squadra e allo stesso tempo anche ai cittadini torinesi che, con prezzi sostenibili, possono avvalersi di prestazioni sanitarie di alto livello.

    INIZIATIVE DI CHARITY

    Nell’ambito delle iniziative rivolte al territorio Juventus ha collaborato negli anni con diverse realtà.

    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK