Juventus

    Scudetto 1932-33

    Dopo i due titoli consecutivi, ci si potrebbe accontentare, e invece è straordinaria la campagna-acquistiche durante l’estate 1932 porta in bianconero il mediano Bertolini e l’ala Sernagiotto. Ma il rinforzo migliore arriva dal vivaio, è fatto in casa: è il giovane attaccante Felice Placido Borel, detto “Farfallino”. Mezz’ala fino a quel giorno, si ritrova ad un certo punto spostato al centro della prima linea quando Vecchina si infortuna, ed è la svolta della sua carriera e della stagione juventina.

    I bianconeri, infatti, che dopo una partenza titubante sono lontani dal vertice, recuperano già in novembre e trovano nei gol di Borel quel che mancava per essere irresistibili. 4-0 alla Lazio il 20 novembre ’32, con doppietta di farfallino. Poi, 1-0 nel derby, e gol-partita del ragazzo, che segna una tripletta alla Triestina e contribuisce, pur senza segnare, alla fondamentale vittoria sull’Ambrosiana, il 18 dicembre (3-0) che era scattata alla prima giornata ed ora viene ripresa.

    Il girone di ritorno è in discesa per i bianconeri, che sempre grazie ad un gol di Borel passano sul campo della Roma (1-0), il 12 marzo, e vincono il derby di ritorno (2-1, Borel II autore del gol decisivo). Il terzo scudetto consecutivo si materializza dopo il 2-2 con l’Ambrosiana a Milano (25 maggio ’33) e il 2-1 al Bologna (4 giugno, di Borel e Orsi le reti del successo). Juve prima con 54 punti, otto in più dell’Ambrosiana e dodici di vantaggio sulla coppia Bologna-Napoli. Borel II straordinario, con 29 reti in 28 partite.

    SQUADRA

    ALLENATORE

    GIOCATORI

    Carlo Carcano

    Combi, Rosetta, Caligaris, Ferrero, Santagostino, Varglien I, Monti, Bertolini, Genta, Sernagiotto, Varglien II, Borel II, Ferrari, Orsi, Cesarini, Munerati, Vecchina, Imberti,
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK