Juventus

    Scudetto 2004-05

    Estate 2004, Lippi lascia e gli subentra Fabio Capello. La squadra viene ritoccata in modo significativo. Arrivano il brasiliano Emerson (dalla Roma) a centrocampo, Fabio Cannavaro (dall'Inter), Manuele Blasi (dal Parma) e il francese Jonathan Zebina (dalla Roma) in difesa, e una nuova punta, lo svedese Zlatan Ibrahimović (dall'Ajax).

    L’inizio è eccellente: strapazzato il Brescia, battuti l’Atalanta e la Sampdoria, la squadra bianconera lascia appena un pareggio sul suo cammino e poi riprende a vincere. A fine novembre, l’Inter rimonta da 0-2 a 2-2 i bianconeri già sicuri del successo, e il Milan esce imbattuto dal Delle Alpi il 18 dicembre. Ma per il resto, la marcia della Juve è inarrestabile. Il 5 marzo 2005, la vittoria sulla Roma all’Olimpico sembra chiudere con largo anticipo i giochi scudetto. Ma il passo falso casalingo con l’Inter e soprattutto il gran ritmo del Milan rimasto da solo ad inseguire rendono decisivo lo scontro diretto con i rossoneri, in programma l’8 maggio. Vince la Juve con un gol di Trezeguet, e stavolta il primo posto è in cassaforte. Il Milan, secondo, è staccato di 7 lunghezze, l’Inter di 14.

    * Revocato

    SQUADRA

    ALLENATORE

    GIOCATORI

    Fabio Capello

    Buffon, Cannavaro, Thuram, Zambrotta, Camoranesi, Ibrahimovic, Emerson, Del Piero, Zalayeta, Nedved, Blasi, Zebina, Pessotto, Appiah, Trezeguet, Olivera, Tacchinardi, Kapo, Birindelli, Montero, Ferrara, Chimenti, Tudor, A Masiello, Mutu
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK