Juventus
    Juventus
      20.06.2013 08:15 - in: Amichevoli S

      Confederation, nel segno dell’ItalJuve

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Gli azzurri battono 4-3 il Giappone e approdano in semifinale. Giovinco matchwinner, bianconeri protagonisti in tutti i gol

      Contro il Giappone dell’ex Alberto Zaccheroni, sono proprio gli juventini a regalare il successo all’Italia. Nella notte, gli azzurri battono i Campioni d’Asia 4-3 dopo una sfida ricca di emozioni e conquistano la semifinale di Confederation Cup con una partita d’anticipo. Sabato, con il Brasile, la squadra di Prandelli si gioca il primo posto del girone.

      Ma prima di pensare alla supersfida con i padroni di casa, che ieri hanno regolato 2-0 il Messico, c’è da gioire per una vittoria sofferta. Una girandola di emozioni che, anche per il punteggio finale, a molti hanno riportato alla mente il mitico 4-3 della semifinale del Mondiale di Messico 1970.

      E i tanti juventini della spedizione azzurra sono stati più che protagonisti. In campo, tra inizio e partita in corso, sono scesi sette su otto, con il solo Bonucci rimasto a disposizione. Giovinco e Marchisio, entrati entrambi dalla panchina, hanno firmato il gol del successo finale. Assist di Claudio e gol di Sebastian, per un’azione che tante volte si è vista fin dai tempi delle giovanili bianconere.

      Giovinco si è inoltre procurato pure il rigore del provvisorio 3-2 trasformato da Balotelli. Gran momento anche per Giaccherini. Dopo lo storico gol in amichevole con Haiti (il più veloce della storia azzurra), Emanuele si è confermato propiziando l’autorete del 2-2 dopo un’azione caparbia e colpendo un clamoroso palo prima dell’intervallo. Pirlo è entrato nell’azione del gol di De Rossi, quello che di fatto ha riaperto la sfida dopo il 2-0 dei giapponesi (prima rete su un rigore ingiustamente fischiato a Buffon). Altri 90 minuti per Barzagli e Chiellini, obbligati a un super lavoro contro gli scatenati attaccanti avversari.

      E ora sotto con la sfida più attesa. Sabato sera (si torna a giocare a un orario più consono per l’Italia, ore 21) l’attesa sfida con il Brasile. In palio c’è il primo posto del girone che potrebbe permettere di evitare la Spagna Campione del Mondo in semifinale.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK