Juventus
    Juventus
      28.05.2013 00:48 - in: La squadra S

      I Campioni d’Italia: Paul Pogba

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      La prima stagione in bianconero del francese è da incorniciare. Un fenomeno, con un tuono nel piede e una personalità da leader

      “Quanto è forte Pogba?” cantano i tifosi. La risposta alla domanda è in fase di aggiornamento. Perché il ragazzo era già partito bene, molto bene, a inizio stagione, ma partita dopo partita, mese dopo mese, ha alzato ulteriormente il livello delle prestazioni. L’evoluzione non è sfuggita all’occhio attento di Conte, che nel finale di campionato ha cambiato modulo, portando Marchisio a ridosso dell’unica punta, pur di trovargli il meritato posto nell’undici titolare.

      Così Paul, alla sua prima stagione in bianconero, ha messo insieme 27 presenze e 1.731 minuti in campionato. Ha segnato cinque reti, una ogni 346 minuti giocati.

      Soprattutto, ha segnato dei gol pazzeschi: il primo contro l’Udinese a Torino è uno dei capolavori dell’anno. Del resto Pogba ha un tuono al posto del piede e sentire tutto lo Juventus Stadium che gli urla “tira”, quando è nei pressi dell’area, è divertente ed esaltante al tempo stesso.

      Lui spesso e volentieri ascolta il consiglio e non è un caso che delle sue cinque reti, quattro nascano da conclusioni dalla distanza, un dato che gli vale la quinta posizione tra i cecchini della Serie A. Con 51 tiri da lontano è il centrocampista bianconero che ci prova più spesso da fuori area e in 17 occasioni, il 33,3%, ha centrato lo specchio della porta.

      Le sue qualità balistiche sono evidenti, ma sarebbe troppo riduttivo limitarsi a quelle. Paul è una presenza costante nel gioco della squadra: ha effettuato 1038 passaggi, mandane a segno 861, l’83%, e di questi 717 sono stati piazzati nella metà campo avversaria.

      La sua fisicità è preziosa anche in fase difensiva: dopo il trio Barzagli, Bonucci, Chiellini, Pogba è l’uomo che ha effettuato più respinte, 48, e di queste ben 42 di testa.

      In ogni zona del campo, insomma, sa essere determinante, oltre che spettacolare. E il bello è che ha compiuto 20 anni due mesi e mezzo fa...


       

      (Dati Opta)

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK