Juventus
    06.06.2013 00:00 - in: La squadra S

    I Campioni d’Italia: Simone Pepe

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    La sfortuna si è accanita contro i lui e ha potuto giocare solo venti minuti. Gli sono bastati per piazzare sette cross su azione

    Una presenza e 20 minuti in tutto, il 17 novembre contro la Lazio. La sfortuna si è accanita contro Simone Pepe, costringendolo a un anno di calvario, a un’operazione e a tanta fatica per recuperare, mentre i compagni macinavano punti. Chiunque altro al suo posto avrebbe magonato ogni giorno. Ogni giorno, invece, Simone si presentava a Vinovo con il sorriso. Certo, non poteva essere al settimo cielo, ma una persona positiva come lui sa affrontare anche i momenti più duri con leggerezza. Ed è questo che ha fatto: ha lavorato sodo, ha stretto i denti, continuando a diffondere la sua allegria contagiosa per lo spogliatoio.

    Uno come lui è indispensabile. Per il gruppo, ovvio, ma, come ha sottolineato più volte Conte, anche per permettere alla squadra di variare lo schema. Invece la sua assenza è costata al tecnico la possibilità di riproporre il 4-3-3, ed è costata alla squadra un contributo importante in termini di gol e assist, quelli che Pepe non ha mai fatto mancare in carriera. Per capire quanto sia prezioso un elemento così, vi basti un dato: in quei venti minuti contro la Lazio, Simone ha scodellato sette cross su azione...


    (Dati Opta)

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK