Juventus
    24.11.2013 17:21 - in: Serie A S

    500 volte Gigi!

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Buffon contro il Livorno a toccato quota 500 presenze in Serie A

    19 novembre 1995 si gioca Parma-Milan e il calcio scopre il più grande portiere di tutti i tempi, che ai tempi ha solo 17 anni. 26 agosto 2001. Il ragazzo è cresciuto e si è guadagnato la Juve e fa il suo esordio in bianconero contro il Venezia.
    11 ottobre 2013: l'Italia gioca con la Danimarca nella porta azzurra c'è un uomo che indossa la fascia di capitano e che stabilisce il record di presenze in Nazionale.

    23 novembre 2013: il miglior portiere di tutti i tempi orami è un veterano, continua a giocare nella Juve e taglia il traguardo delle 500
    presenze in serie A, di cui 332 in bianconero. Gigi Buffon  è un po' commosso quando ricorda quella gara con il Milan di tanti anni fa: «E' stato il primo mattoncino... Ne abbiamo messi altri 499 più i 37 della serie B, cui sono molto legato. Allora pensavo solo di voler essere protagonista e di dimostrare al mondo che c'ero anche io. Oggi non so se sono il più forte, ma so che devo dimostrarlo sempre. Alla mia età però non ci si può concedere il lusso di sbagliare, se no scatta l'allarme...Io mi sento più forte di quand'ero ragazzo e quando sono concentrato difficilmente sbaglio la gara. Però devo sempre dimostrarlo, se no è meglio smettere di giocare»

    Nella partita numero 500, contro il Livorno, Gigi non solo ha tenuto la propria porta inviolata per la quinta gara consecutiva: «Dopo la vagonata di gol presa a Firenze in un quarto d'ora, servivano cinque partite così. Siamo stati attenti, limitando gli errori individuali e ci stiamo esprimendo molto bene. Un ottimo viatico in vista della Champions».

    500 presenze in A. Una cifra che colloca Buffon al 12° posto della classifica all-time di presenze nella massima serie, ex aequo con Ciro Ferrara. Solo Zanetti e Totti, tra i calciatori in attività, hanno giocato più partite di lui nel massimo campionato italiano. «Per centrare un traguardo del genere serve un po' di incoscienza – spiega Gigi – e poi aiutano la qualità, la testa e la voglia di condurre una vita regolare. Quando ho iniziato ero un adolescente, avevo poca barba e qualche brufoletto. Ora ho una barba più folta e bianca, ma ho mantenuto un po' di quella pazzia positiva che mi ha aiutato in questi anni e che funziona ancora». Mantienila a lungo capitano!
     

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK