Juventus
    12.09.2013 15:45 - in: Serie A S

    Asamoah a Jtv: «Pensiamo a noi, non all’Inter»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Il ghanese intervistato da Cristiana Chiabotto per il canale ufficiale bianconero: «Questa squadra è una famiglia. Ci aspetta un anno difficile, ma con spirito e cattiveria possiamo fare cose importanti»

    È l’uomo delle estati, Kwadwo Asamoah. Un anno fa, al suo arrivo a Torino, il ghanese stupì tutti per la sua facilità d’inserimento, tanto da diventare uno dei protagonisti della prima parte di stagione. E ora si sta ripetendo. Nelle ottime prestazioni offerte dalla Juventus, c’è il suo importante contributo sulla fascia sinistra.

    Chiusa la parentesi con la Nazionale, con la quale ha segnato un gol che ha portato il suo Ghana agli spareggi per i Mondiali del 2014 in Brasile, Asamoah è subito tornato in ottica bianconera. E alla vigilia della partita con l’Inter ha parlato con Jtv, intervistato da Cristina Chiabotto.

    Un’intervista, che andrà in onda integralmente domani – venerdì 13 settembre - durante il Jlive (a partire dalle ore 18), in cui Kwadwo ha fatto il punto della situazione. «Sono contento di come sta andando questa esperienza alla Juve. In pochi mesi ho vinto uno Scudetto e due Supercoppe. Mi sono sempre trovato bene con tutti, questa squadra è come una famiglia».

    Subito vittorie importanti, da cercare di ripetere in questa nuova stagione. Partita nel migliore dei modi con il trionfo in Supercoppa con la Lazio. In attesa di nuovi appuntamenti che contano, primo tra tutti quello di sabato con l’Inter. «Il gruppo si è rinforzato con l’arrivo di giocatori che hanno dimostrato grande personalità, in campo e fuori. Sappiamo che questo sarà un anno difficile, per questo in estate abbiamo lavorato ancora di più per prepararci. Conosciamo la nostra forza e sappiamo che se ci mettiamo spirito e cattiveria possiamo fare di nuovo cose molte importanti. L’Inter? È una squadra forte, che anche l’anno scorso è partita bene. Mi aspetto una bella sfida, ma non noi dobbiamo pensare a loro, ma solo a noi stessi. A fare ciò che sappiamo».

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK