Juventus
    Juventus
      20.11.2013 21:14 - in: Charity / CSR S

      Chiellini: «La testa è già al Livorno»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Il difensore, ospite di una serata benefica, presenta la gara di domenica nella città in cui è cresciuto. «Non sottovaluteremo l’impegno come sempre, io ci sarò»

      Ora che anche gli ultimi impegni delle Nazionali sono andati in archivio (a parte la sfida di stanotte di Caceres con il suo Uruguay), la concentrazione di tutti in casa bianconera torna sul campionato. Con un input importante: riprendere da dove ci si era fermati prima della sosta, cioè dalla striscia di quattro vittorie consecutive e senza prendere gol.

      Dopo il big match con il Napoli, l’ultimo prima della pausa, la Juventus ripartirà da Livorno. Una città che è legata soprattutto a uno dei punti fermi della squadra di Antonio Conte: Giorgio Chiellini. Proprio il difensore ha anticipato i temi della sfida che giocherà in casa sua, durante una serata benefica a Moncalieri, a cui ha preso parte insieme a Pavel Nedved e Gianluca Pessotto.

      Al Picchi, si presenterà una Juve con qualche defezione, soprattutto nel reparto difensivo. Ma con un Chiellini recuperato dopo aver saltato le due amichevoli con la Nazionale: «Sto bene, salvo imprevisti dell’ultimo momento sarò disponibile. Dietro siamo un po’ in emergenza e se serve sono pronto a giocare anche come centrale nella difesa a tre. La posizione cambia leggermente rispetto a quella abituale, ma non ci sono problemi».

      In Toscana, i bianconeri troveranno una rivale che ha bisogno di punti in chiave salvezza. Ma la Juve di questo momento non può fare sconti. «Prima della sosta abbiamo finito alla grande – continua Giorgio – e dobbiamo ripartire allo stesso modo. Nelle ultime quattro partite si è vista la vera Juventus. Sappiamo le difficoltà che si possono incontrare dopo una sosta, ma anche che non si può sottovalutare nessuno per non perdere punti che alla fine potrebbero essere decisivi. Non lo abbiamo mai fatto e non succederà questa volta. Così come non correremo il rischio di pensare al Copenaghen, inizieremo a concentrarci sulla Champions League solo a partire da domenica sera».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK