Juventus
    10.04.2014 23:27 - in: Europa League S

    Chiellini: «Vogliamo tornare qui il 14 maggio!»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    A fine partita, il centrale bianconero ha commentato la prestazione dei bianconeri, che hanno conquistato contro il Lione la semifinale di Europa League. Queste le sue parole.

    «C’è grande soddisfazione per quanto abbiamo fatto. Tante volte lo si dà per scontato perché sulla carta la Juve è più forte, ma non è sempre così».

    Sono le prime parole di Giorgio Chiellini ai microfoni dei cronisti dopo l’ennesima standing ovation dello Juventus Stadium. Una vittoria tanto più bella quanto sofferta, se è vero che «il Lione ha giocato con noi due partite alla morte, marcandoci a uomo per 180 minuti».

    Il gol di Marchisio, tuttavia, ha praticamente chiuso la partita, e la Juve è salita in cattedra nel finale. «Siamo stati bravi a sfruttare le occasioni avute. Abbiamo perso un po’ di lucidità nella seconda metà del primo tempo, quando serviva essere lucidi, ma tutto sommato è un risultato meritato», ha continuato Chiellini.

    Quindi il difensore ha spiegato il momento di impasse occorso a fine primo tempo:

    «Ci siamo un po’ fatti trascinare dal clima allo stadio. Dopo l’1-0 sembrava che dovessimo vincere 4-0, dopo l’1-1 invece sembrava che dovessimo rimontare noi il risultato anche se stavamo già passando. Così si dà fiducia all’avversario e si dà loro sicurezze, mentre in quel momento serve essere lucidi e fare le cose preparate in allenamento».

    E, come Giorgio ben sa, in Europa perdere lucidità equivale a correre rischi inutili, specialmente quando si “incontra una squadra molto fisica”.

    Mentre al momento di scrivere Valencia e Basilea si danno ancora battaglia ai tempi supplementari, arriva inevitabile la domanda su quale avversario i bianconeri preferiscano trovare in semifinale. A riguardo, Chiellini non ha dubbi. «L’unica cosa che mi interessa è tornare qui il14 maggio: giocare la finale davanti al proprio pubblico è un’occasione che potrebbe non ricapitare più nella storia della società, e dobbiamo sfruttarla».

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK