Juventus
    03.05.2014 09:00 - in: Serie A S

    Gli orobici in trasferta

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Il rendimento dell’Atalanta è radicalmente diverso tra casa e trasferta.

    Dei 47 punti che compongono l’attuale classifica, infatti, ben 33 sono stato conquistati a Bergamo e solo 14 lontani dal proprio pubblico. 14 i gol fatti (-12 rispetto allo score casalingo) e 26 quelli subiti (+5).

    Quattro sono stati i successi conquistati fuori casa, con una svolta totale nel girone di ritorno. Nella prima parte del campionato la formazione di Colantuono ha ottenuto il bottino pieno solo a Verona con il Chievo per merito di un gol di Maxi Moralez al sedicesimo minuto. Assolutamente fantastico è stato il percorso del mese di marzo, con tre vittorie consecutive, fondamentali per disegnare una striscia di 6 complessive che ha rappresentato il record storico dell’Atalanta in serie A. Il primo centro si è verificato a Roma con la Lazio, uno 0-1 determinato da una rete di Maxi Moralez allo scoccare dell’ora di gioco. Una doppietta di Bonaventura, con gol decisivo al novantesimo, ha permesso di espugnare San Siro nell’1-2 con l’Inter. Infine, lo 0-2 di Bologna con l’uno-due in pochi minuti del primo tempo di De Luca e dell’ex juventino Estigarribia.

    Sono solo due i pareggi in trasferta, entrambi per 1-1: con il Genoa alla sedicesima giornata, agguantato nei minuti di recupero grazie a un exploit di De Luca; con l’Udinese alla sesta di ritorno, stavolta dopo essere passata in vantaggio con Brivio.

    Nelle 11 sconfitte che hanno contrassegnato la stagione, alcune sono state più pesante delle altri per svariati motivi. Il 2-1 di Cagliari nella giornata d’esordio del torneo perché Stendardo aveva determinato una situazione di vantaggio, durata solo 60 secondi.  L’1-0 di Livorno, unica partita delle 35 giocate che ha visto i nerazzurri non costruire neanche un’opportunità per andare a segno. Il 2-1 di Verona, maturato solo nei minuti conclusivi per un rigore trasformato da Jorginho. Il 3-0 con il Milan, il passivo più pesante dell’anno.  Il 3-1 con la Roma, ultimo viaggio dei bergamaschi, che non sono riusciti a dimostrarsi all’altezza del compito di fermare la squadra seconda in classifica.

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK