Juventus
    Juventus
      28.11.2013 10:54 - in: Champions League S

      I numeri del successo in Champions

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Bianconeri dominatori in lungo e in largo contro il Copenaghen, più di quanto non dica il 3-1 finale

      Un successo voluto, cercato e ottenuto. Con qualche “complicazione” di troppo, come ha sottileneato nel post partita Antonio Conte, ma quasi mai in discussione. Anche i numeri confermano il netto predominio della Juventus su Copenaghen, che va anche al di là dei due gol di scarto.

      L’indice che sicuramente denota la grande differenza tra le due squadra è quello dei tiri. I bianconeri hanno tirato ben 20 volte, contro le quattro dei danesi. Ma a impressionare ancora una volta è la precisione, testimoniata dalle 13 conclusioni arrivate nello specchio della porta. Precisione che ha caratterizzato anche gli ospiti, capaci di centrarlo in tre circostanze.

      Più equilibrio invece nel possesso palla, con la Juventus che ha toccato il 53% contro il 47% del Copenaghen.

      Un capitolo a parte lo meritano i numeri di Arturo Vidal, assoluto protagonista della sfida con la tripletta che ha deciso il risultato. Intanto il bianconero è entrato nella storia della competizione e anche del suo paese diventando il primo calciatore cileno a segnare tre reti in una partita di Champions League. Le tre realizzazioni di ieri hanno portato Vidal a quota otto in Champions, diventando così il miglior marcatore bianconero in Europa sotto la gestione di Antonio Conte.

      L’exploit di Arturo ha fatto terminare un’astinenza che in casa juventina durava da 13 anni. È dal 2000 che un bianconero non riusciva a segnare una tripletta in Champions: l’ultimo fu Filippo Inzaghi in un rocambolesco 4-4 giocato in casa dell’Amburgo. Prima di allora, Superpippo ne aveva segnata un’altra anche nel 1998 a Kiev. A Torino, invece, l’ultimo a portarsi a casa il pallone (premio per chi segna almeno tre gol in una gara) è stato Alessandro Del Piero nella semifinale d’andata del 1998 contro il Monaco. E anche in quell’occasione due delle reti furono segnate su calcio di rigore.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK