Juventus
    Juventus
      22.04.2014 11:33 - in: Europa League S

      Il Benfica in casa in Europa.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Proprio come la Juventus, il Benfica è approdato all’Europa League attraverso il terzo posto maturato nel girone di Champions League, dove non gli è bastato conquistare gli stessi punti dei greci dell’Olympiacos.

      In Champions League l’andamento casalingo è stato il punto di forza della squadra lusitana, che ha vinto due volte e pareggiato una. L’esordio è stato molto positivo: un netto 2-0 sull’Anderlecht, frutto di una prima mezzora di grande livello che ha visto fare la differenza con le reti di Djuricic e Luisao. Il successivo impegno, che ha chiuso il girone d’andata, è stato l’1-1 con l’Olympiacos, maturato nel finale grazie a uno spunti vincente del bomber Cardozo, che ha annullato gli effetti negativi del vantaggio di Dominguez del primo tempo. Infine, nell’ultimo turno, c’è stato il successo sul Psg, buono per il prestigio ma inutile per la qualificazione: un 2-1 che ha rovesciato la rete di Cavani con il rigore messo a segno da Lima e il punto decisivo di Gaitan, arrivato poco prima dell’ora di gioco.

      In Europa League, nei tre turni a eliminazione diretta che il Benfica ha disputato prima di accedere alla semifinale con la Juventus, il cammino al Da Luz è stato fortemente positivo.

      L’esordio è stato una vendetta sui greci, stavolta rappresentati dal Paok, superato in trasferta di misura e poi travolto in casa con un inequivocabile 3-0, curiosamente maturato tutto nei 10 minuti della ripresa tra il venticinquesimo e il trentacinquesimo: Gaitan, Lima dal dischetto e Markovic i giocatori andati in gol.

      Più equilibrati gli ottavi, nonostante il Benfica si sia presentato davanti al proprio pubblico forte di un 1-3 guadagnato a Londra. Ma contro il Tottenham, qualificarsi non è stato agevole perché al Da Luz neanche la rete di Garay che ha chiuso il primo tempo sull’1-0 ha tolto combattività agli Spurs. Nella ripresa il Tottenham si è portato infatti sull’1-2 nel giro di un minuto con il doppio colpo di Chadli e c’è voluto un rigore di Lima in pieno recupero per dare la certezza di andare avanti.

      Decisamente più agevole l’ultimo impegno. Ancora una volta, il Benfica ha giocato in casa il match di ritorno. E ha potuto sfruttare il gol di vantaggio acquisito in Olanda per una serena gestione della gara con l’Az Alkmaar. 2-0 il risultato finale, con doppietta di Rodrigo equamente spartita tra primo e secondo tempo, in una gara dove i lusitani hanno concluso in porta il doppio degli avversari.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK