Juventus
    Juventus
      30.04.2014 09:00 - in: Europa League S

      Il Benfica in trasferta.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Alti e bassi dei lusitani lontani dall'Estadio da Luz in Europa: l'andamento in Europa League è decisamente più positivo rispetto a quello di Champions.

      L’esperienza europea del Benfica 2013-14, avviatasi in Champions League, ha registrato uno score di due sconfitte e un successo nelle trasferte del girone di qualificazione. L’esordio è stato particolarmente negativo contro la squadra che poi sarebbe stata leader, il Psg: in Francia, i lusitani hanno non solo perso 3-0,  ma già nella prima mezzora la gara era chiusa per via della doppietta realizzata da Ibrahimovic e dal gol di Marquinhos. Anche il secondo viaggio, stavolta in Grecia, non è stato positivo: in Grecia la sconfitta è stata di misura, 1-0 maturato nel primo quarto d’ora, e sono stati proprio quei 3 punti guadagnati dall’Olympiacos ad avere determinato l’eliminazione di Gaitan e compagni. L’ultima gara in trasferta è stata comunque vittoriosa: il 2-3 in Belgio, sull’Anderlecht fanalino di coda del girone, ha visto il Benfica conquistare l’intera posta in piena zona Cesarini grazie a un acuto di Rodrigo, capace di spezzare un equilibrio che aveva visto la squadra  di Jorg e Jesus chiudere il primo tempo sull’1-1 e trovarsi avanti fino a 13 minuti dal termine, quando Bruno aveva firmato il momentaneo 2-2.

      Il percorso in Europa League è stato decisamente più soddisfacente e ha preso avvio con la rivincita su un’altra formazione greca, il Paok, sconfitto in casa sua nella gara d’andata dei sedicesimi di finale grazie a un exploit di Lima, il match-winner di Benfica-Juventus. La sfida non è stata particolarmente spettacolare, evidenziando comunque la maggiore caratura tecnica dei portoghesi.

      Decisamente più avvincenti sono gli ottavi di finale: il Benfica compie una grande impresa andando a espugnare Londra, nello stadio del Tottenham. Marcatori sono Rodrigo e Luisao, autore di una doppietta. La rete di Eriksen per il momentaneo 1-2 rappresenta un’illusoria speranza di rimonta per i britannici. Straordinaria la precisione del Benfica: su 9 conclusioni, ben 8 sono indirizzate nello specchio della porta e poco meno della metà vanno a bersaglio.

      Anche ai quarti di finale il primo impegno si gioca lontano dal Portogallo. Ed anche in questo caso, arriva una vittoria che ipoteca il passaggio del turno. Contro l’Az Alkmaar la rete della preziosa vittoria è firmata a inizio ripresa da Salvio, bravissimo a raccogliere al volo una respinta del portiere Alvarado. Di tutte le gare disputate, quella in Olanda è stata la più vivace e combattuta, come certificano anche i 4 cartellini gialli che hanno sanzionato irregolarità dei giocatori del Benfica. 

      Complessivamente, quindi, tra Champions League ed Europa League, il Benfica ha vinto 4 volte, perso 2 e non ha mai chiuso una gara in parità.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK