Juventus
    Juventus
      22.10.2013 15:00 - in: Champions League S

      Il Real Madrid in Champions

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Il cammino della squadra di Ancelotti nella attuale edizione

      Il Real Madrid è a punteggio pieno dopo le prime due giornate di Champions League e con 10 gol può vantare il miglior attacco della manifestazione, oltre che il capocannoniere, Cristiano Ronaldo, che con cinque centri precede Messi e Mitroglu a quota tre.

      L’exploit degli spagnoli si spiega con l’1-6 della sfida in Turchia con il Galatasaray e il 4-0 ottenuto ai danni del Copenaghen al Bernabeu. I giocatori che in queste due gare sono stati tenuti in campo da Carlo Ancelotti per l’intera durata dei due incontri sono i difensori Daniel Carvajal e Pepe, l’esterno argentino Angel Di Maria e l’attaccante portoghese Cristiano Ronaldo.

      Rispetto ai dati statistici della Champions League prodotti finora, emergono una serie di interessanti curiosità. Il Real Madrid appare come una squadra dalla velocità di gioco non elevata, ma posizionata su un baricentro molto più alto rispetto alla media (circa quattro metri in più). Commette 13 falli a partita, l’esatta media delle 32 partecipanti. Ha un numero di cambi di gioco a gara abbastanza elevato (sette contro quattro). Tira moltissimo in porta, con un’alta precisione, come testimoniano le nove conclusioni nello specchio su un totale di 20. Enorme è la capacità realizzativa, più del doppio rispetto alle altre squadre.

      Come segnano i Blancos

      Sommando tutte le competizioni nelle quali è stato finora impegnato (Liga e Champions League), il Real Madrid può vantare la realizzazione di 28 gol: 13 sono stati messi a segno da Cristiano Ronaldo, seguito da Isco a quota cinque e Benzema con Di Maria a tre. Il giocatore che fornisce più assist è Di Maria con sei, ma un contributo interessante è stato fornito anche da Benzema, Isco e Marcelo con due.

      La squadra di Ancelotti è particolarmente temibile nelle azioni in profondità, dove ha già segnato sei gol, tra i quali i due del finale di gara con il Levante in campionato, messi a segno da Morata e Cristiano Ronaldo. Una gara fondamentale per capire lo spirito dei Blancos, che sono riusciti a vincerla per 2-3 presentandosi ai minuti di recupero in svantaggio.

      Benzema è il goleador per eccellenza delle reti nate in area di rigore, sfruttando soprattutto i suggerimenti di Cristiano Ronaldo.

      Attenzione anche alle palle inattive. Le merengues hanno già siglato ben quattro reti originati da calci di punizione, mentre tre sono stati i rigori – per la verità piuttosto contestati dagli avversari – fischiati in altrettanti incontri nella Liga.

      Abile, infine, è Di Maria nelle conclusioni da fuori area (dove di solito eccelle Cristiano Ronaldo, quest’anno non ancora esercitatosi in questa specialità, mentre ha già segnato una doppietta di testa in occasione della sfida con il Copenaghen). Il campione argentino ha realizzato due gol dalla lunga distanza, l’ultimo dei quali nella gara di sabato con il Malaga vinta 2-0, con un cross non raccolto da Cristiano Ronaldo ma che ha ingannato totalmente il portiere avversario.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK