Juventus
    Juventus
      31.10.2013 10:06 - in: Serie A S

      Juve-Catania, le statistiche

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Come contro iL Genoa i bianconeri hanno tirato 23 volte, centrando la porta in dieci occasioni. Questa volta volta però i gol sono raddoppiati

      La Juve aggiusta la mira. La considerazione nasce spontanea nel guardare le statistiche del match con il Catania e raffrontandole con quelle post Genoa, almeno per quanto riguarda i dati relativi alle conclusioni: sia contro il Grifone che contro gli etnei i bianconeri ne hanno piazzate 23, di cui 10 nello specchio della porta. A cambiare sono i gol, raddoppiati rispetto a domenica. La Juve ha forse concesso qualcosina in più, ma davvero poca roba: i tiri degli avversari sono saliti da 4 a 7, uno solo dei quali tra i pali.

      Quello che i numeri non possono dire è la sicurezza con cui la squadra di Conte ha centrato il secondo successo consecutivo. I bianconeri hanno gestito la gara alla perfezione, chiudendola virtualmente nel primo tempo e praticamente nella ripresa, non appena si sono resi conto che il Catania aveva velleità di rimonta.

      Per condurre una partita del genere la precisione è fondamentale e l'88,8% dei passaggi riusciti, 80,8% nella metà campo avversaria, è già una bella assicurazione. Sono 642 in tutto quelli effettuati, contro i 299 degli ospiti: una superiorità evidenziata anche dal 67,7% di possesso palla.

      Non aver subito gol per la seconda gara consecutiva è un importante segno di solidità ritrovata e buona parte del merito va a Giorgio Chiellini, autore di un provvidenziale intervento su Almiron nella ripresa. Non è certo quello stato il solo, visto che il difensore ha recuperato 10 palloni. Meglio di lui ha fatto il solo Andrea Pirlo, con 13. La prova del regista è stata incorniciata dalla rete del 2-0, la seconda in questa stagione, sempre da calcio piazzato. E per Pirlo ora i gol su punizione sono 16 nelle ultime 10 stagioni, più di qualsiasi altro giocatore in serie A.

      A livello individuale meritano una citazione anche Vidal e Tevez, a quota 5 e 6 gol in classifica cannonieri. I due, oltretutto, hanno messo il loro zampino in 15 delle 22 reti siglate dalla Juventus in questo campionato. Non ha segnato, ma ha fornito l'assist a Bonucci per il 4-0, Sebastian Giovinco. E il gol lo avrebbe meritato, non solo per festeggiare la sua 100° presenza in bianconero, ma anche perché, pur giocando poco più di venti minuti, con quattro conclusioni tentate, tre delle quali nello specchio, è l'uomo che è andato più volte al tiro.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK