Juventus
    02.07.2013 17:46 - in: La squadra S

    Llorente: «Il mio sogno bianconero»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    «E’ tutto incredibile, spettacolare... La Juventus è il club ideale per uno che, come me, vuole ancora crescere»

    Fernando Llorente ha atteso per mesi il momento vissuto questo pomeriggio: scoprire lo Juventus Stadium e presentarsi alla stampa e ai suoi nuovi tifosi. Lo ha aspettato talmente tanto che si presenta in conferenza stampa pronto a rispondere in italiano alle domande. La confidenza con la lingua non potrà che migliorare, ma le idee intanto sono già chiarissime: «Per me è un sogno essere qui - esordisce Fernando - La Juventus è una grandissima squadra, la più importante che mi ha contattato e credo sia il club ideale per uno che, come me, vuole ancora crescere».

    «Lo scorso anno la squadra ha giocato un bellissimo calcio e ha meritato di vincere - continua lo spagnolo - Mi auguro che si possa fare altrettanto anche nella prossima stagione. Vincere il terzo scudetto consecutivo sarebbe un’impresa, visto che è dal 1935 che la Juve non riesce a centrarlo e farcela sarebbe bellissimo. Questo mi importa molto più del numero dei gol che potrò segnare».

    Preparato sulla storia bianconera e motivatissimo. Llorente nella passata stagione non è stato impiegato spesso all’Athletic, visto l’accordo già raggiunto con la Juventus, ma ha lavorato sodo e anche durante le ferie non si è risparmiato, presentandosi in ottima forma all’appuntamento con la sua nuova squadra: «E’ stato un anno complicato perché non ho potuto giocare, che è quello che amo più fare, e non mi è stato possibile aiutare la squadra. Le cose sono andate in modo di verso da come avrei voluto, ma voglio comunque ringraziare l’Athletic, che è la società in cui sono cresciuto, e la città di Bilbao, che amo molto. La situazione dello scorso anno mi ha impedito di mantenere il posto in Nazionale, ma ora spero di riconquistarla facendo bene con la Juventus. Fisicamente mi sento bene, anche perché in questi due anni ho lavorato con Bielsa, un tecnico che pretende molto, e anche in vacanza mi sono allenato bene».

    Musica per le orecchie di Conte, «una persona piacevole, simpatica. Sono felice di poter giocare per lui», spiega Fernando. Con il suo arrivo la Juve acquista peso in attacco e pericolosità nel gioco aereo. Inoltre, con Tevez, forma una coppia molto bene assortita: «In questa squadra siamo in sei attaccanti - puntualizza Fernando - e tutti sono in grado di fare bene. Starà all’allenatore decidere chi mandare in campo».

    La Juventus in questo momento rappresenta non solo l’eccellenza, ma anche l’eccezione del calcio italiano. In un momento storico in cui i grandi campioni scelgono gli altri campionati, ecco che in bianconero arrivano in pochi giorni prima Tevez e poi Llorente: «Io penso che il campionato italiano sia bellissimo - ribatte lo spagnolo - e poi qui c’è la Juve. Sono felice di poter vestire una maglia tanto prestigiosa e voglio ringraziare i tifosi per la splendida accoglienza che mi hanno riservato. E’ tutto incredibile, spettacolare...». E’ la Juve, Fernando. Semplicemente la Juve...


     


     


     


     

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK