Juventus
    21.11.2013 18:59 - in: La squadra S

    Marchisio: «Finalmente una gara a Livorno»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Il centrocampista torinese presenta la sfida di domenica. «Sembra incredibile ma non ho mai giocato al Picchi. Un abbraccio alla gente della Sardegna, sono molto legato a questa regione»

    Dopo stagioni da protagonista e dopo aver calcato i più importanti campi d’Europa, sembra incredibile arrivare a 27 anni a fare ancora un esordio. Eppure, per Claudio Marchisio, quella di domenica pomeriggio sarà una prima assoluta: mai nella sua carriera è riuscito a giocare una partita a Livorno.

    Il centrocampista, rientrato dalla parentesi con la Nazionale, ha parlato di questo e di altro nell’intervista concessa a Sky: «Per ragioni varie non sono mai riuscito a giocare a Livorno, domenica sarà una prima volta per me. Ci aspetta una partita difficile, contro una squadra appena tornata in A e guidata da un allenatore giovane e preparato. Inoltre noi arriviamo con qualche assenza, ma sono sicuro che chi giocherà vorrà mettersi in mostra e farà bene. Se ci sarà necessità anch’io sono pronto a mettermi a disposizione in un altro ruolo, l’ho sempre fatto in questi anni, sono abituato ai cambiamenti».


    Al Picchi, Marchisio andrà a caccia del primo gol stagionale. Ma soprattutto di un’altra prestazione che confermi il momento di crescita dopo un avvio di stagione condizionato dall’infortunio patito a Roma in Supercoppa. «Sono contento perché ora sono  guarito completamente da questo problema fisico che mi ha lasciato fuori per un mese e mezzo. La cosa più importante da quando sono rientrato era cercare di torneare in forma, ora la condizione è di nuovo buona e le cose non potranno che migliorare».

    Come tutte le partite della giornata, anche quella di Livorno sarà preceduta da un momento di iniziale tristezza, cioè il minuto di raccoglimento in onore delle vittime della tragedia che ha colpito la Sardegna. Una tragedia che ha toccato molto il cuore di Claudio. «Sono molto legato a questa regione e non solo perché spesso è stata meta delle mie vacanze. A Cagliari ho collezionato la mia prima convocazione con la Prima Squadra ai tempi di Fabio Capello, ricordo ancora quella partita con il pareggio finale di Fabio Cannavaro. Questo è un ricordo che mi legherà per sempre alla Sardegna. Là ho tanti amici e abbraccio tutta la gente sarda, augurando loro che possano superare presto questa tragedia».


    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK