Juventus
    Juventus
      09.04.2014 09:00 - in: Europa League S

      #OppositionWatch: il Lione in trasferta in Europa

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Il Lione ha avuto un buon percorso nelle trasferte in Europa fino ad ora, registrando risultati che hanno contribuito in maniera determinante alla qualificazione da capolista nel primo girone.

      Fondamentale nel percorso dei Gones in Europa League è risultato il debutto, con lo 0-0 guadagnato a Siviglia contro la formazione che ha poi conteso il primato proprio al Lione, finendo peraltro staccata di 3 punti.

      Anche il secondo test, contro il Rijeka, è terminato in parità. L’1-1 ha visto gli acuti offensivi da parte delle due squadre tutti nella prima frazione di gioco, con il vantaggio francese ad opera di Plea al quattordicesimo e la repentina risposta sette minuti dopo firmata da Kramaric.

      Il Lione ha conquistato definitivamente la prima posizione contro il Guimaraes (con conseguente diritto a essere testa di serie nel sorteggio per l’avvio dei turni a eliminazione diretta). Un successo che ha confermato una caratteristica tipica degli incontri disputati allo Stade de Gerland, a eccezione della sfida con la Juventus: il Lione è una formazione che dà il meglio di sé nei secondi 45 minuti. Chiusa la prima frazione sotto di un gol, dopo l’intervallo l’OL ha capovolto la situazione con un uno-due nel giro di 180 secondi, inaugurato da un rigore trasformato da Gomis e perfezionato da un exploit di Ferri.

      I sedicesimi di finale di Europa League hanno preso avvio in Crimea, contro l’Odessa. La gara ha presentato due volte, con il primo favorevole alla squadra di casa e una ripresa che ha visto i  transalpini rendersi più pericolosi. L’equilibrio, comunque,  non si è mai spezzato e lo 0-0 ha costretto le due contendenti alla prova della verità al ritorno, dove i francesi hanno prevalso per 1-0.

      Agli ottavi, invece, la difficoltà trasferta sul campo del Viktoria Plzen era fortemente mitigata dal 4-1 ottenuto nella gara d’andata. Non solo: poco prima dell’intervallo il solito Gomis (è lui il bomber per gli incontri all’estero…) segnava una rete che rendeva ancor più problematica l’ipotesi di rimonta per i cechi. Ciononostante, il Viktoria Plzen ha avuto uno scatto d’orgoglio, ha segnato due reti e a venti minuti dal termine ha fallito un calcio di rigore, la cui trasformazione avrebbe reso il finale di gara incandescente, con la possibilità di un clamoroso epilogo ai tempi supplementari.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK