Juventus
    14.07.2013 12:42 - in: Serie A S

    Ora si corre

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Al terzo giorno di ritiro la squadra ha affrontato le ripetute sui 300 e 100 metri

    «Ancora non hanno visto niente». Ieri Simone Pepe, con quel suo fare schietto, aveva avvertito i nuovi arrivati riguardo al “trattamento” che avrebbero ricevuto nei prossimi giorni. Il riferimento era al lavoro atletico più massacrante e temuto: le famose “ripetute”.

    Beh, l’attesa è durata poco. Già questa mattina, ancor prima che la squadra scendesse in campo, la disposizione dei coni e dei paletti lungo tutto il perimetro del terreno di gioco lasciava pochi dubbi.

    Dopo essersi scaldati a dovere, i giocatori hanno iniziato a darci dentro, dividendosi in piccoli gruppi e affrontando prima i 330 metri e poi nove serie da 100. Dopo ogni “ripetuta” cresceva la stanchezza, ma anche la spinta del pubblico che non ha mai smesso di incitare i bianconeri. Del resto, se la Juve in questi due anni ha corso più e meglio di tutti, è anche grazie a questo tipo di lavoro.

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK