Juventus
    11.10.2013 18:22 - in: Serie A S

    Padoin: «Che ricordi a Firenze»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Il centrocampista ha segnato al Franchi il suo unico gol il bianconero. Un pensiero a Lorenzo Degeri del Pavia. «È stato un grande spavento per tutti, gli mando il mio in bocca al lupo»

    Quando si dice “essere al posto sbagliato nel momento sbagliato”. Per Simone Padoin quello di ieri è stato – suo malgrado – un brutto pomeriggio. Tutto a causa di uno scontro fortuito nella partitella contro il Pavia giocata a Vinovo. Uno scontro in cui il centrocampista pavese Lorenzo Degeri è rimasto a terra, prima di essere portato in ospedale dove ha trascorso la notte.

    Il giorno dopo, appresa la notizia del miglioramento delle condizioni del ragazzo – già rientrato a casa -, Padoin può tirare un sospiro di sollievo e raccontare l’episodio a Sky Sport. «Quagliarella ha messo un cross in mezzo, il portiere ha respinto. Sono arrivato io e mentre stavo calciando proprio in quel momento lui è entrato in scivolata e ha sbattuto accidentalmente sul mio ginocchio. C'è stato questo bruttissimo momento, uno spavento per tutti noi. Però, per fortuna, già ieri sera il nostro dottore ci aveva detto che stava bene e stamattina so che l'hanno dimesso. Faccio il mio in bocca al lupo a Lorenzo, augurandogli che il peggio sia passato».

    Spavento passato, allo Juventus Center si è continuato a lavorare sodo, anche senza i Nazionali. In vista una partita difficile, ma che a Padoin non può che suscitare piacevoli ricordi. Al Franchi, contro la Fiorentina, Simone ha segnato il suo unico gol in maglia bianconera il 17 marzo 2011. «Per me fu una giornata bellissima – ha proseguito il centrocampista -, un ricordo indelebile. Dopo quella partita ci rendemmo conto che era possibile vincere lo Scudetto nonostante davanti avessimo un Milan fortissimo. Fu una gran dimostrazione di forza, un 0-5 importante. Ora troviamo una Fiorentina diversa, con un allenatore diverso, che ha fatto grandi cose. Sarà un bel banco di prova, anche perché dopo la sosta è sempre difficile capire come può andare».

    La sfida di Firenze aprirà subito un altro ciclo molto importante per la Juventus. Fatto di match fondamentali sia in campionato (in cui spicca, tra le altre, la gara con il Napoli), sia in Champions con il doppio confronto con il Real Madrid. Un ciclo in cui Antonio Conte avrà bisogno di tutti. Padoin, schierato titolare nell’ultima vittoria con il Milan, è pronto a dare il solito valido contributo. «Il mister sa di poter fare affidamento su tutti noi. Ci aspetta un ciclo in cui si giocherà ogni tre giorni, è impossibile poter pensare di farle tutte per 90 minuti. Anche per chi gioca meno è un piacere essere chiamato in causa per poter dare il proprio contributo».

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK