Juventus
    Juventus
      26.09.2013 20:03 - in: Eventi S

      Quagliarella: «Vivo un bel momento»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      «Il compito di chi viene chiamato in causa è dare segnali importanti e ci sto riuscendo »

      Gol a Copenaghen , gol a Verona contro il Chievo. Fabio Quagliarella ha risposto presente ogni volta che Conte lo ha gettato nella mischia con reti pesantissime e non può che essere soddisfatto del suo momento. D’altro canto però l’attaccante non vive solo di soddisfazioni personali e dunque non può non sottolineare la necessità della squadra di subire meno reti: «Il compito di chi viene chiamato in causa è dare segnali importanti e ci sto riuscendo - ribadisce Fabio a margine dell’inaugurazione della boutique Trussardi a Torino, cui ha preso parte con tutti i compagni -  Peccato solo per il pareggio in Champions. Finora abbiamo quasi sempre dovuto inseguire, per motivi diversi. Intanto al primo tiro gli avversari riescono a segnare e un po’ ci mettiamo anche del nostro. Ora dobbiamo invertire questa rotta perché partire sempre in svantaggio è dura. Per fortuna abbiamo il carattere per ribaltare le gare».

      A Verona alla Juve la rimonta è riuscita, anche se al Chievo è stato annullato un gol regolare:  «Gli arbitri sbagliano come noi giocatori. Va sottolineato il fair play del Chievo e della tifoseria. Tutti dobbiamo imparare dall’esempio che ci hanno dato ieri sera».

      La partita contro il Chievo ha proposto un’inedita coppia di attacco Quagliarella-Llorente e lo spagnolo, per caratteristiche fisiche e tecniche è un’assoluta novità per la squadra di Conte: «E’ un uomo d’area e sfrutta la sua fisicità. Con lui il gioco cambia, arriveranno più cross per sfruttare le sue qualità, ma è un bene: a me i cross piacciono, perché mi trovo bene nel muovermi in area di rigore».Archiviato il turno infrasettimanale, all’orizzonte c’è il Derby: «E’ sempre una partita particolare - conclude Quagliarella - Loro avranno stimoli importanti e per noi sarà dura, perché il Toro è una squadra organizzata, ben messa in campo da un ottimo allenatore. Spero sia un bel Derby, a 360°. Io sono cresciuto nel Toro e per me è una partita speciale, ma la vivo con molta serenità. Segnare un gol? Riuscirci è sempre bello, in una partita del genere lo sarebbe ancora di più».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK