Juventus
    Juventus
      15.04.2014 11:12 - in: Amichevoli S

      #TalentTrack: i protagonisti del weekend.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Questa settimana, in Italia e all’estero si sono distinti Eric Lanini al Prato; Leali e Magnusson allo Spezia e, in Liechtenstein, Joel Untersee. Sono tutti in prestito dalla Juventus.

      Sono quattro le giovani stelle bianconere (o per metà bianconere) che hanno illuminato con le rispettive squadre lo scorso fine settimana di pallone, tra Serie B, Lega Pro e campionato cadetto svizzero.

      Il primo protagonista del #TalentTrack è Eric Lanini, che nel campionato di Prima Divisione Girone B ritrova il gol dopo mesi di astinenza, permettendo al suo Prato di domare un’agguerrita Salernitana nello scontro domenicale di metà classifica.
      I toscani, allenati da Vincenzo Esposito, si sono imposti per 3-2: Eric ha firmato il 2-0 raccogliendo un cross pennellato dalla destra e insaccando in rete sul secondo palo, di testa.

      Giovane torinese classe ’94, Lanini è in comproprietà fra Juve e Palermo ma milita attualmente tra le fila del Prato, in prestito, con cui è sceso in campo 20 volte realizzando sette reti. Per ambientarsi alla categoria Lanini ha impiegato appena cinque partite: alla sesta, contro il Pontedera in trasferta, riesce da solo ad agguantare il pareggio con la squadra sotto di due gol. Quello contro la Salernitana è per lui il primo gol del 2014, dopo un’astinenza dovuta ad un infortunio alla caviglia che lo ha tenuto lontano dai campi da gioco a corrente alterna per un paio di mesi. In Lega Pro, il numero dieci bianco azzurro si sta facendo notare come una delle promesse più interessanti: rapido, ottimo dribbling fiuto del gol, è un esterno d’attacco adattato a centravanti, che può giocare sia come prima che come seconda punta.

      Al vivaio juventino approda all’età di tredici anni, e si distingue nel Torneo di Viareggio dello scorso anno, quando diventa uno dei capocannoniere della competizione a suon di gol. Di testa aveva anche segnato in occasione della prima convocazione di Antonio Conte in amichevole contro il Lecco, terminata per 7-1, anche in virtù di una sua marcatura nei minuti finali.

      ALLO SPEZIA, LEALI E MAGNUSSON
      Uno dei grandi protagonisti del weekend di calcio in Serie B è stato il portiere Nicola Leali, 21enne in prestito dalla Juventus allo Spezia e indicato proprio da Buffon come uno dei suoi possibili eredi. Il giovane guardiano dei pali, nazionale Under 21,  ha neutralizzato ogni assalto di un Cesena che sta ben figurando in campionato (in piena zona playoff), aiutando la sua squadra ad imporsi per 0-2 e rilanciandone così le ambizioni per un posto negli spareggi per salire in Serie A.

      Il suo esordio nella massima serie avviene a soli 18 anni, nel 2011 con la maglia del Brescia. L’estate successiva, firma un contratto con la Vecchia Signora, la più lesta di tutti ad assicurarsi il giovane talento, e nella stagione seguente, l’anno scorso, viene premiato come miglior portiere di Serie B con il Lanciano. Nel 2013/14 a La Spezia si sta ripetendo, impressionando tifosi e addetti del settore con la sua sicurezza fra i pali e la sua reattività. In Liguria, Leali ha ritrovato in panchina Devis Mangia, che lo ha portato con se durante la spedizione Under 21 in Israele, quando il tecnico lombardo ha condotto gli azzurrini al secondo posto all’Europeo.

      Contro il Cesena venerdì, con Leali è sceso in campo anche il forte difensore Hordur Magnusson, islandese classe ’93 come il compagno di squadra. Passato alla Juventus nel gennaio del 2011, dove milita in Primavera nell’anno successivo, è alla prima stagione nelle fila degli spezini. Può giocare centrale di sinistra in una difesa a quattro e, all’occorrenza, anche terzino o mediano arretrato di centrocampo – ruoli che ha ricoperto con duttilità nelle sue 28 presenze stagionali in serie B (di cui 10 da titolare, come nell’occasione delle ultime due partite).

      Sempre tra i liguri milita anche il centrocampista brasiliano Gabriel Appelt Pires, in prestito dalla Juventus e partito dalla panchina nella gara contro il Cesena.

      GIOVANI LICHTSTEINER CRESCONO
      Last, but not least, appena oltre confine c’è un giovane talento che sta aiutando la sua squadra a vincere il campionato. Parliamo di Joel Untersee, talento del 1994 in prestito al Vaduz, capolista nella serie B Svizzera (Challenge League) con ben 11 punti di distacco dalla seconda in classifica. Ieri la selezione del Liechtenstein ha battuto in casa l’FC Winterthur anche grazie all’apporto del numero 17 in prestito dai bianconeri, subentrato nel secondo tempo.

      Il laterale destro difensivo viene dal Sudafrica, dalla città di Roodepoort, ma è cresciuto calcisticamente in Svizzera. In bianconero è arrivato nella stagione 2011/12, quando viene notato dagli osservatori all’FC Zurich e fa il suo esordio in Primavera. A Vinovo ha trascorso due anni, prima del ritorno nella patria calcistica adottiva. 

      E’ stato paragonato all’ex bianconero Gianluca Zambrotta e, ovviamente, allo svizzero Lichtsteiner per la sua capacità di coprire il ruolo a tutto campo di “right full back”, ovvero un tornante vecchio stile di spinta capace di galoppare su tutta la fascia e, al contempo, saper coprire alla bisogna.  Joel, neanche a dirlo, è uno degli astri nascenti della nazionale elvetica Under 20 e, continuando così, saprà conquistare anche la nazionale maggiore, dove lo Swiss Express bianconero è attualmente un punto fermo.  

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK