Juventus
    Juventus
      24.04.2014 09:48 - in: Europa League S

      Tutto su #BenficaJuve

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Dati, statistiche e curiosità sull'andata della semifinale di Europa League contro i lusitani.

      Con cinque vittorie e un pareggio ciascuna, Benfica e Juventus sono le uniche squadre ancora imbattute in questa Europa League. In Europa, il Benfica non perde in casa da 12 partite (10 vittorie e due pareggi), ovvero da un 2-0 contro il Barcellona nella fase a gironi di Champions League 2012/13. In Europa League (dalla fase a gironi alla finale) non ha mai perso in casa (15 vittorie e due pareggi).

      In nove confronti con le squadre portoghesi, la Juventus ha collezionato cinque vittorie, un pareggio e tre sconfitte (tre vittorie, zero pareggi e una sconfitta in casa; una vittoria, un pareggio e una sconfitta in Portogallo) compresa la finale di Coppa delle Coppe 1984, vinta 2-1 sull'FC Porto a Basilea.

      Quella di domani sarà la terza sfida a Lisbona nelle competizioni UEFA. Il Benfica di Otto Glória ha eliminato la Juve di Heriberto Herrera nelle semifinali di Coppa dei Campioni 1967/68.  In Coppa UEFA 1992/93, invece, i bianconeri allenati da Giovanni Trapattoni rimediarono a una sconfitta all'andata a Lisbona, superando i lusitani di António Oliveira ai quarti di finale.

      Queste le formazioni dei due incontri passati in Portogallo.

      9 maggio 1968, 2-0 per il Benfica:

      Benfica: 
      José Henrique, Adolfo Calisto, Fernando Cruz, Humberto Fernandes, Jacinto Santos, Mário Coluna, Jaime Graça, José Augusto, Eusébio, António Simões, José Torres.

      Juventus: Anzolin, Bercellino, Castano, Salvadore, Del Sol, Leoncini, Roveta, Sacco, De Paoli, Magnusson, Zigoni.

      Formazioni dell'ultima sfida a Lisbona, vinta 2-1 dal Benfica il 4 marzo 1993:

      Benfica: 
      Silvino, José Carlos (Rui Águas 63'), Hélder, Carlos Mozer, António Veloso, Paulo Sousa, Vítor Paneira, Schwarz, João Pinto, Yuran (Pacheco 64'), Isaías.

      Juventus: Peruzzi, Carrera, Torricelli, Dino Baggio, Kohler, Júlio César, Conte, Galia (Di Canio 51'), Vialli (De Marchi 84'), Roberto Baggio, Möller.
       

      Focus individuale
      Antonio Conte ha giocato entrambi i quarti di  finale del 1993: in quel doppio confronto giocò anche Paulo Sousa, in campo per il Benfica. L’anno seguente sarebbe passato alla Juve per restarci fino al 1996. Avrebbe vinto sotto la Mole uno scudetto, una Coppa Italia e la UEFA Champions League 1995/96.

      Altri giocatori che hanno vestito la maglia di entrambe le squadre sono Fabrizio Miccoli (Juventus 2003–05, Benfica 2005–07 in prestito) e Dimas Teixeira (Benfica 1994–96, Juventus 1996–99).

      Trapattoni ha allenato il Benfica nel 2004/05, vincendo il campionato e perdendo la finale di Coppa del Portogallo. Conte è l'unico allenatore ancora in gara ad aver vinto la Coppa UEFA da calciatore (con la Juventus nel 1992/93).

      Storia della partita
      Il Benfica - che ha conquistato il suo 33esimo titolo portoghese il 20 aprile - ha giocato 27 volte contro le squadre italiane, con un bilancio di otto vittorie, quattro pareggi e 15 sconfitte (cinque vittorie, quattro pareggi e tre sconfitte in casa; tre vittorie, zero pareggi e 10 sconfitte in Italia, compresa la finale di Coppa dei Campioni 1965 persa contro l'Inter a San Siro). Tra queste vi sono anche le finali perse in campo neutro: 2-1 contro l'AC Milan (Coppa dei Campioni 1963, Londra) e 1-0, sempre contro i rossoneri (Coppa dei Campioni 1990, Vienna).

      Il Benfica è l'unica semifinalista che non ha mai vinto la Coppa UEFA o l'Europa League. È stato battuto in finale dall'Anderlecht nel 1982/83 e dal Chelsea lo scorso anno ad Amsterdam.

      La Juve ha vinto le ultime tre trasferte europee e ha perso solo una volta in Europa League, 4-1 contro il Fulham FC agli ottavi del 2009/10. Da allora, non ha mai perso in otto gare fuori casa (cinque vittorie e tre pareggi), comprese le

      qualificazioni. La sua imbattibilità in Europa League ammonta a 12 partite: se dovesse prolungarla in semifinale e in finale, raggiungerà il record nella competizione stabilito dal Club Atlético de Madrid.

      Con il 2-0 casalingo sull'AZ Alkmaar ai quarti, il Benfica ha stabilito due nuovi record in Europa League: maggior numero di vittorie (24) e maggior numero di gol segnati (66).

       

      Statistiche squadre
      Tra tutti i giocatori ancora in gara in Europa League, Óscar Cardozo del Benfica è quello che ha segnato più gol nelle competizioni UEFA: 34 in 74 presenze.

      Andrea Pirlo ha collezionato più presenze in Europa fra tutti i giocatori che partecipano alle semifinali: 127.

      Artur, portiere del Benfica, ha giocato in Italia dal 2007 al 2010. Benché di proprietà del Siena, ha trascorso gran parte della stagione 2007/08 in Serie B al Cesena. Dal 2008 al 2010 ha giocato con Mirko Vučinić alla Roma ma non era titolare.


      Le quote Bwin 
      Le quote di bwin.it delineano un confronto all’insegna dell’equilibrio: Benfica a 2.60, X a 3.20, Juventus a 2.60. I risultati esatti più probabili in lavagna invece sono l’1:0 (7.75), lo 0:1 (8.00), lo 0:0 (7.75) e l’1:1 (6.00). 

      Per tutte le altre tipologie di scommessa vai al sito di bwin.it.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK