Juventus
    12.04.2014 09:50 - in: Serie A S

    #UdineseJuve, le goleade negli anni tricolori

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Tre precedenti in particolare meritano di essere ricordati per i larghi punteggi

    Nella scorsa stagione, la Juventus ha vinto a Udine con un sonante 1-4. La gara si è giocata a inizio campionato ed era la prima trasferta del torneo. La superiorità della squadra di Conte si è concretizzata già nel primo quarto d’ora, con il rigore trasformato da Vidal e l’espulsione del portiere Brkic per fallo su Giovinco. Prima dell’intervallo ha raddoppiato Vucinic. Nella ripresa, una doppietta dello stesso Giovinco e il punto della bandiera di Lazzari hanno danno proporzioni vistose al punteggio.

    Ci sono altre due grandi partite importanti disputate dalla Juventus a Udine in anni che hanno visto la conquista dello scudetto da parte della Vecchia Signora.

    La prima risale al 1951-52. Si gioca alla ventisettesima giornata e i bianconeri si presentano in Friuli con 5 punti di vantaggio sull’Inter. La prova di forza è tale da non lasciare dubbi sull’assegnazione del titolo alla Juventus (sarà il nono tricolore). Si va all’intervallo sullo 0-3 con doppietta di Vivolo, inframmezzata dalla rete di John Hansen. Al ventesimo della ripresa, il divario si raddoppia con il terzo gol personale di Vivolo e gli ulteriori exploit di John Hansen e Karl Aage Hansen. Non è ancora finita: l’Udinese riesce a segnare 2 gol che alleviano in parte la sconfitta, ma la gara si chiude sul 2-7 per effetto di un ulteriore punto marcato da Karl Aage Hansen.

    Fondamentale è anche la partita del 2 maggio 1982. Al Friuli Udinese e Juventus si affrontano alla terzultima giornata di un campionato che vede i bianconeri impegnati in un testa a testa con la Fiorentina, destinato a risolversi solo nei 90 minuti conclusivi con il rigore realizzato d Brady a Catanzaro. La curiosità generale è tutta dedicata a Paolo Rossi, al suo rientro dopo due anni d’inattività. In tribuna c’è il Ct della Nazionale Enzo Bearzot, che vuole capire le condizioni di forma dell’attaccante in vista di una chiamata per il Mondiale. Pablito è emozionato, non ha ancora il ritmo partita nelle gambe ma riesce a partecipare comunque alla goleada con un gol di testa che sembra un trailer di ciò che farà proprio nella finale Italia-Germania di Spagna ’82. La Juve di Trapattoni vince 1-5, rispondendo al gol in apertura di Miano con Marocchino, Rossi, Virdis e una doppietta di Cabrini.


     

     


     

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK