10.02.2014 09:18 - in: Serie A S

    #VeronaJuve, le statistiche

    Share with:
    • 1
    • 3
    • 2
    La Juve ha tenuto molto più a lungo il pallone, ma i veronesi sono stati bravi a capitalizzare al massimo le occasioni avute

    I due primi gol di testa subiti dalla Juventus in questo campionato, costringono i bianconeri a lasciare altrettanti punti per strada. 

    Toni e Gomez puniscono l'atteggiamento poco aggressivo dei bianconeri nella ripresa e capitalizzano al massimo le occasioni gialloblu. Sono tre in tutto infatti i tiri portati nello specchio della porta dalla squadra di Mandorlini sugli undici totali: oltre alle due reti, anche la conclusione ravvicinata del solito Toni deviata con un portentoso riflesso da Buffon.

    La Juve ha fatto comunque appena meglio: 14 tiri in tutto e quattro piazzati tra i pali. 

    Dove i bianconeri hanno dominato. 

    Sicuramente nel possesso palla, 69,3 a 30,7%, nel numero dei passaggi effettuati, 656 a 284, e nella precisione nella metà campo avversaria, con l'82,1% di tocchi riusciti contro il 60,9% dei gialloblu. Numeri che però non sono bastati a tenere i veneti lontano dalla porta: avranno sbagliato di più, certo, ma si sono dannati l'anima per recuperare palloni, intercettandone ben 29 contro 7.

    Individualità. 
    Da segnalare, a livello individuale , la presenza costante di Pirlo nel gioco, con 170 palloni giocati, 135 passaggi riusciti, 13 lanci e tre occasioni create. Buona anche la prova di Asamoah, con il 67% di dribbling riusciti e quattro traversoni effettuati. Tevez e Llorente hanno effettuato cinque sponde a testa e l'Apache è stato il più pericoloso dei suoi, non solo per i due gol segnati, ma anche per i due tentativi terminati fuori. 

    Un solo tiro invece per il nuovo acquisto Daniel Osvaldo, ma avrebbe potuto cambiare le sorti dell'incontro, se quel diagonale fosse stato poco meno angolato...

    Share with:
    • 1
    • 3
    • 2