Juventus
    02.10.2013 17:14 - in: S

    Youth League, tris al Galatasaray

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    La squadra di Zanchetta batte 3-1 i turchi grazie a Marzouk, Gerbaudo e Soumah. Si completa al meglio una gran settimana per la Primavera, iniziata con il trionfo in Supercoppa

    Finisce al meglio la gran settimana della Primavera. Iniziata con il trionfo in Supercoppa, proseguita con la vittoria in campionato con il Genoa e chiusa con il primo successo in Youth League. A Ivrea, Galatasaray battuto 3-1 grazie alle reti di Marzouk, Gerbaudo e Soumah.

    Per la sfida con i turchi, Zanchetta continua a riproporre quello che è diventato il suo nuovo marchio di fabbrica: il 3-5-2. Davanti ad Audero, portiere da Europa, difesa a tre con Curti, Romagna e capitan Garcia Tena. A centrocampo, Tavanti e Ceria sugli esterni, Sakor centrale, Gerbaudo e Slivka centrali. Davanti, in coppia con Marzouk viene confermato Soumah.

    I turchi sono buona squadra e anche gli spalti del Pistoni di Ivrea sono discretamente gremiti. Tra il pubblico, anche Pavel Nedved e Simone Pepe, accorsi insieme ai dirigenti del Settore Giovanile. L’avvio è all’insegna dello studio e la prima metà di gara è molto equilibrato. Ma nella seconda parte sono soprattutto i bianconeri a fare la partita. Gerbaudo sfiora il gol in tre circostanze e anche Soumah e Marzouk hanno le loro chance, ma lo 0-0 non si schioda.

    Ma lo stesso risultato dura poco nella ripresa. Al primo affondo la Juve passa con Marzouk. Il franco-marocchino si entusiasma e diventa straripante. Prima sfiora il raddoppio con un’azione personale e, al 20’, confeziona l’azione del raddoppio, chiusa magistralmente da Gerbaudo che insacca con un sinistro tanto potente quanto preciso.

    Per evitare cali, di tensione e fisici, Zanchetta inizia a cambiare. Toglie Sakor e Marzouk e manda dentro Hromada e Clemenza. Con quest’ultimo, sono ben tre i ’97 in campo. Il Galatasaray non si arrende e alla mezz’ora ha la forza di accorciare le distanze con Ohran, che insacca dopo un’azione nata sulla destra. Ma il momento di sbandamento dura poco e al 34’ ci pensa ancora Soumah a chiudere i conti insaccando di testa. Il resto è pura accademia, i due gol di vantaggio mettono al riparo dalla steffa beffa di Copenaghen. Questa volta i punti sono tre e la Primavera inizia a costruirsi il cammino verso i quarti di Youth League.

    Youth League che sarà l’unica competizione a cui i bianconeri si dedicheranno nelle prossime settimane, vista la sosta di campionato che prenderà tutto il mese di ottobre. E si ripartirà con la doppia affascinante sfida con il Real Madrid.

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK