Juventus
    28.06.2015 08:30 - in: Member S

    20 maggio: arriva la Decima

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Mettetevi comodi: oggi vi raccontiamo la vittoria della Coppa Italia

    Il maggio bianconero è stato davvero di quelli senza respiro: lo scudetto prima, la doppia trionfale sfida col Real Madrid poi. 

    Ma nell’altalena di emozioni non c’è spazio per fermarsi, non c’è tempo di pensare a quanto di grande la Juventus ha costruito. All’orizzonte c’è la Finale di Champions League di Berlino contro il Barcellona, ma prima il destino ha un’altra chiamata per la Juve: la finale di Coppa Italia, da vincere dopo 20 anni. 

    E sarebbe nientemeno che la Decima, record in Italia.

    C’è solo una tappa di avvicinamento alla finale di Roma, nella quale i bianconeri incontreranno la Lazio: è la trasferta a Milano, contro l’Inter

    Sabato 16 maggio i bianconeri scendono in campo a San Siro, per un partita che, storicamente, non è mai come le altre. È il Derby d’Italia, signori. E l’Inter lo affronta con impegno fin dall’inizio, passando in vantaggio con Icardi. 

    Ma i bianconeri non giocano su nessun campo per fare da comprimari. E allora anche la partita di San Siro va alla Juve. Tre gli eventi decisivi nella partita con i nerazzurri: il pareggio di Marchisio, su rigore, al 42’, il gol partita di Morata all’84’ e, un minuto dopo, un clamoroso doppio intervento di Storari, su Palacio e sul tap-in seguente di Icardi.

    Riviviamo il match:

     

    I campioni d’Italia macinano un’altra vittoria e sono pronti a volare a Roma: destinazione Tim Cup.

    Prima della sfida, Mister Allegri non ha dubbi:

    E arriva il giorno tanto atteso:

    Le due squadre di Roma hanno vinto insieme 15 volte la Coppa Italia, Torino ha l’opportunità di raggiungere la Capitale in questa speciale classifica. Inoltre, per la Juve è l’occasione di mettere a segno il suo terzo “Double”: infatti bianconeri hanno vinto campionato e Coppa Italia nella stessa stagione per due volte nella loro storia (1959/60 e 1994/95). 

    Il match inizia, e si mette subito in salita per la Juve, perché dopo soli 4 minuti Radu anticipa tutti e batte Storari di testa. Niente paura: la Signora rimette insieme le idee, e all’11’ usufruisce di una punizione dalla tre quarti. Batte Pirlo, Evra la mette in mezzo di testa e Chiellini segna uno dei gol più belli della sua carriera: una sventola sottomisura in acrobazia al volo. Uno a uno e partita in equilibrio.

    E’ un primo tempo combattuto, ma è la Juve a fare la partita, come confermano le statistiche di metà gara:

    La ripresa prosegue sulla falsa riga dei primi 45 minuti. Così racconta il nostro Match Report: "La gara è combattuta, è molto fisica, ma ben poco spettacolare. Allegri prova a dare nuova linfa al centrocampo, togliendo Pogba e inserendo Pereyra, mentre Pioli cambia in attacco, con Djordjevic per Klose e il nuovo entrato impegna subito Storari, scattando sul lancio di Parolo e calciando sul portiere in uscita. Il secondo cambio di Allegri è Matri per Llorente e la mossa sarebbe vincente, se Mazzoleni non segnalasse il fuorigioco quando l'attaccante arriva a deviare alle spalle di Berisha l'assist di Pirlo. In pieno recupero ci prova anche Tevez, il cui destro dal limite accarezza la traversa e si perde sul fondo, ma è destino che si debba andare ai supplementari".

     Ed è nel primo tempo di extra time che si decide tutto. Prima la Lazio colpisce, al minuto 94, un clamoroso doppio palo con un tiro da lontano di Djordjevic. 

    E, seguendo l’adagio della famosa legge del calcio che recita “Gol sbagliato, gol subito”, sono i bianconeri a colpire in modo letale. Come già a Firenze, ci pensa Mitra Matri, tre minuti dopo: si aggiusta palla all'altezza del dischetto del rigore poi conclude a botta sicura. Berisha riesce a sfiorare, ma la palla è in rete. 

    Ed è la rete decisiva: la Decima è della Juve!

    E questa è la festa dagli spogliatoi:

    Un altro grande traguardo è stato conquistato. Mentre riviviamo ancora le emozioni di quella sera, vi lasciamo le statistiche del match.

    A domani, per l’ultimo appuntamento con il film della stagione!

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK