Juventus
    Juventus
      14.03.2015 20:13 - in: Serie A S

      A Palermo ci pensa Morata

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Una rete dello spagnolo nella ripresa, dopo dieci minuti dal suo ingresso in campo, risolve la gara del Renzo Barbera

      Una Juve concentrata, paziente, spietata quando necessario condanna il Palermo alla sua seconda sconfitta stagionale al Renzo Barbera e dà un segnale fortissimo in vista della Champions. Non solo per i tre punti conquistati in Sicilia ma anche e soprattutto per la gestione di una partita non semplice, in cui i bianconeri non rischiano nulla e non concedono agli avversari neanche un tiro in porta. E se la gara è dura da sbloccare, nessun problema: ci pensano campioni come Morata.

      Lo spagnolo entra risolve nella ripresa, mentre inizialmente siede in panchina. La coppia titolare è composta da Tevez e Llorente e nel 3-5-2 scelto da Allegri si vedono, per la prima volta in stagione, Barzagli e De Ceglie e, per la prima in assoluto, Sturaro.

      È una partita chiusa, spigolosa, che al di là di qualche duello a centrocampo, in avvio offre davvero poco. Il primo tiro arriva solo al 13' ed è un destro dal limite di Lichtsteiner che si perde a lato.
      È più insidiosa la sventola che Tevez lascia partire qualche minuto dopo addirittura dai 35 metri, creando qualche imbarazzo a Sorrentino.

      L'Apache detta il ritmo e con le sue accelerazioni permette ai compagni di prendere campo. La manovra è costantemente in mano alla Juve, ancora minacciosa con l'inserimento di Sturaro e il sinistro spedito sull'esterno della rete.

      Il pressing alto delle punte, il filtro dei centrocampisti e l'esperienza di Barzagli, Bonucci e Chiellini  fermano sul nascere ogni iniziativa dei siciliani, che sono però estremamente organizzati in difesa e concedono pochissimo ai bianconeri. Gli inserimenti dei centrocampisti sono pochi e così Allegri cambia, iniziando la ripresa con Vidal al posto di Sturaro.

      Il Palermo del secondo tempo è meno timido, di conseguenza ci sono spazi maggiori e si alza  il ritmo della gara. Ciò nonostante però l'unica conclusione del primo quarto d'ora è il calcio piazzato di  Tevez, respinto con i pugni da Sorrentino. Allegri interviene ancora e manda in campo Morata al posto di Llorente ed è una mossa azzeccatissima. Alvaro toccherà sì e no tre palloni nei primi dieci minuti dal suo ingresso, ma l'ultimo è decisivo. Marchisio lo pesca al limite dell'area, lo spagnolo controlla e dal limite piazza il sinistro nell'angolino più lontano.

      Adesso la Juve può giocare di rimessa, perché il Palermo deve necessariamente farsi avanti, e in una situazione del genere Tevez e Morata possono sfruttare tutta la loro rapidità. Al 36' i  due partono dalla propria tre quarti  e con due tocchi si presentano nell'area avversaria, dove lo spagnolo arriva al tiro, mettendo a lato.

      Il resto della gara trascorre tra lo sforzo generoso dei padroni di casa e la perfetta gestione dei bianconeri. Al fischio finale Buffon non ha neanche bisogno di farsi la doccia e insieme ai compagni può festeggiare e, ora sì, iniziare a pensare al Borussia.

      PALERMO-JUVENTUS 0-1

      RETI: Morata 25' st

      PALERMO
      Sorrentino; Vitiello, Terzi, Andelkovic; Rispoli, Rigoni, Maresca (18' st Jajalo), Barreto (31' st Belotti), Daprelà (38' st Emerson); Vazquez; Dybala.
      A disposizione: Ujkani, Milanovic, Ortiz, Bolzoni, Della Rocca, Chochev, Joao Silva, Bentivegna, Quaison.
      Allenatore: Iachini

      JUVENTUS
      Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pereyra, Marchisio, Sturaro (1' st Vidal), De Ceglie (31' st Padoin); Tevez, Llorente (15' st Morata).
      A disposizione: Storari, Rubinho, Ogbonna, Evra, Pepe, Matri.
      Allenatore: Allegri

      ARBITRO: Guida
      ASSISTENTI: Cariolato, De Pinto
      QUARTO UFFICIALE: Tonolini
      ARBITRI D'AREA
      : Damato, Mariani

      AMMONITI: 39' pt Vazquez,  41' pt Andelkovic, 7' st Barzagli, 35' st Morata, 39' st Lichtsteiner, 42' st Dybala, 45' st Pereyra

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK