Juventus
    16.01.2015 16:58 - in: La squadra S

    Alla scoperta del Tucumano… su HJ Magazine!

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Contro il Verona ha segnato per la prima volta in maglia bianconera. Roberto Pereyra si è raccontato nell’ultima uscita di HJ Magazine, da pochi giorni nelle edicole e in versione digitale

    «Quando sei in una squadra come la Juventus c’è il dovere di vincere sempre: è una cosa che ti senti addosso». Firmato Roberto Pereyra. Questa frase, tratta dalla sua intervista nel numero di HJ Magazine da pochi giorni nelle edicole ed in versione digitale, potrebbe essere una perfetta sovrimpressione alle immagini suo gol al Verona in Coppa Italia, il primo in maglia bianconera.

    Una rete voluta, cercata e spesso non trovata per un soffio. Poi, ieri, la magia. Lanciato da Lichtsteiner, Pereyra si è liberato in agilità del suo avversario, e solo davanti al portiere lo ha bruciato con un esterno nell’angolino.

    In questa azione c’è tutto El Tucumano: forza, scatto, potenza e tecnica. Frutto di un passato fatto di terra, piedi scalzi e partite per strada, che lo stesso centrocampista racconta alla rivista ufficiale: «Giocavamo scalzi ma non c’interessava, quando vedi un pallone non senti nulla e non guardi altro. E impari tantissimo, senza filtri».

    Un’esperienza che Pereyra sta mettendo al servizio della Signora: 967 i minuti giocati in campionato finora e numeri da grande lavoratore. Per esempio sono 33 i traversoni in area di rigore, ben 14 le occasioni da gol create, pochissimi i falli fatti e nessun cartellino rimediato.

    Pulizia e correttezza, ma anche efficacia: Roberto ha vinto tutti i contrasti difensivi che lo hanno visto protagonista. E ha tirato dieci volte verso la porta trovando ieri, finalmente, la via della rete.

    Magari è destino che il primo gol con la Juve sia arrivato in un partita casalinga: proprio allo Stadium, Pereyra esordì in serie A con la maglia dell’Udinese, come racconta ad HJ: «C’era la neve, quel giorno, un freddo pazzesco. Sinceramente non ci capii granchè».

    Ieri sera è stato tutto molto più chiaro.

    CLICCA QUI PER VISUALIZZARE LA GALLERY

    QUI IL DOWNLOAD DELL’APP "HJ MAGAZINE" 

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK