Juventus
    Juventus
      18.05.2015 17:11 - in: Coppa Italia S

      Alla scoperta della Lazio finalista

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Opposition watch dedicato alla squadra di Stefano Pioli, avversaria dei bianconeri nell’ultimo atto della Coppa Italia

      Quello di mercoledì sera sarà il ventunesimo confronto fra Juventus e Lazio in Coppa Italia. L’ultima delle sei vittorie bianconere contro la squadra romana risale al 2000. Un solo pecedente in finale fra le due compagini, nel 2003/2004: la Lazio vinse in casa 2-0 e a Torino finì 2-2, risultato che permise ai biancocelesti di portare a casa la Coppa.

      Analizziamo nel dettaglio l’andamento dei biancocelesti in questa edizione della Tim Cup (Cortesia Opta).

      I goleador e il tridente
      Sono Klose e Keita i due capocannonieri biancocelesti in Coppa. Tre reti per entrambi, nessuna su calcio di rigore. Il tedesco è anche uno dei giocatori ad aver tirato di più verso la porta (11 volte).
      In totale sono sedici le reti messe a segno dalla Lazio da Agosto, quando hanno battuto il Bassano Virtus rifilando alla squadra veneta 7 gol.
      La squadra di Pioli gioca con il tridente: nelle ultime tre partite di coppa (la doppia sfida con il Napoli in semifinale e con il Milan ai quarti) i biancocelesti hanno alternato in attacco Keita, Klose, Candreva, Parolo e Anderson, con il tedesco unica delle tre punte a essere sempre presente (insieme a Parolo, che contro il Napoli è però stato schierato come centrocampista di sinistra).

      Le reti bianconcelesti: come, (da) dove, quando
      Sei gol durante i primi tempi, altri dieci nei secondi: questa la distribuzione delle segnature dei laziali, che hanno subito solo due reti finora, dal Torino e dal Napoli, entrambe nel primo quarto d’ora della ripresa. Dagli ottavi di finale in poi la Lazio ha messo a segno sei dei sedici gol totali, due su calcio di rigore e quattro da dentro l’area. Di questi cinque sono stati segnati di destro e uno di sinistro.

      Stefano Pioli e la Coppa
      Trentadue partite, diciassette vittorie e dodici sconfitte: questi i numeri del Mister biancoceleste in Coppa Italia; mai il tecnico parmense e Allegri si sono incontrati in questa competizione, mentre la Juve ha battuto Pioli nell’unica occasione mai verificatasi (all’epoca il tecnico biancoceleste allenava il Bologna, battuto per 2-1 nella stagione 2011/2012).

      Lazio mai in svantaggio
      Nelle sei partite disputate in Coppa i bianconcelesti sono sempre passati in vantaggio, venendo ripresi una sola volta, e vincendo nelle altre 5 circostanze.

      Anderson, uomo assist
      Con 2 assist e sei occasioni create Felipe Anderson è uno dei giocatori più pericolosi della sua squadra: il suo dato è il migliore finora fra i giocatori delle due squadre, il secondo in tutta la competizione.

      Berisha, difficile da superare
      Il portiere dei biancocelesti Etrit Berisha ha subito due reti ed effettuato 11 interventi decisivi nella competizione, con una percentuale di parate dell’84%, il più alto in Tim Cup.

      Primati di squadra
      Vediamo ora le statistiche di squadra (dati dagli ottavi di finale in poi): #StatAttack

       

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK