Juventus
    21.11.2014 08:49 - in: Serie A S

    Allegri: «C'è la Lazio, niente distrazioni»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    «Al Malmoe penseremo solo da dopodomani. A Roma non sarà facile perché i biancocelesti hanno qualità e possono ambire ad arrivare terzi»

    «La Lazio è una squadra fisica, ben allenata e con ottima organizzazione. Ha giocatori di qualità, può ambire ad arrivare terza e viene da una sconfitta, quindi la troveremo arrabbiata. Sarà tutt'altro che facile». Massimiliano Allegri sintetizza così le difficoltà che attendono la Juventus alla ripresa del campionato. Difficoltà che hanno le sembianze di Antonio Candreva e compagni e che i bianconeri dovranno superare pur dovendo ancora fare a meno di alcuni elementi preziosi:

    «Romulo convive con la pubalgia e oggi valuteremo se sarà a disposizione per sabato – spiega il tecnico facendo il punto sugli infortunati - Evra da domenica rientrerà in gruppo e lui o Asamoah sicuramente saranno a disposizione mercoledì. Caceres speriamo di riaverlo dopo il Derby, idem per Marrone. Ogbonna dovrebbe rientrare in settimana Barzagli non si allena ancora con la squadra. Pirlo è a disposizione per domani, così come Vidal, rientrato ieri dal Cile, ma dovrò valutare la loro tenuta. Avendo tante partite, poter contare su tutti i giocatori è fondamentale per ruotarli, ma fino a questo momento la squadra sta facendo discretamente bene. Anche se dietro siamo contati, abbiamo subito solo quattro gol, siamo la miglior difesa e questo dato ci deve confortare».

    Viste le assenze è più che probabile che a Roma venga schierato nuovamente Padoin come terzino sinistro: «Contro il Parma non ho avuto problemi a farlo giocare in quella posizione – ribadisce Allegri - perché è intelligente, tatticamente preparato e sa calarsi subito nel ruolo»

    Dopo la sfida dell'Olimpico, arriverà quella contro il Malmoe, decisiva per il cammino in Champions, ma il tecnico esclude che possa rappresentare una distrazione: «Abbiamo il dovere di pensare alla partita di domani. Dopo la sosta di ottobre non avevamo ripreso bene, dovremo farne tesoro e cercare di ripartire subito, proprio per arrivare pronti alla gara di mercoledì. Se la Juve ha le potenzialità per arrivare tra le prime otto in Europa? Sì, ma ora l'obiettivo è passare il turno. Prima di parlare d'altro dobbiamo cominciare a fare sei punti per vincere il girone».

    In questi giorni tiene banco non solo la ripresa del campionato, ma anche il grido d'allarme lanciato da Conte, che sostiene di avere i giocatori a disposizione per troppo poco tempo: «Sono contento che i miei giocatori vadano in Nazionale e fare polemiche a distanza serve a poco. Quello che si può fare è che noi 20 allenatori di serie A ci si ritrovi a Coverciano con il ct per un confronto costruttivo», propone Allegri che chiude poi la conferenza stampa rivolgendo un pensiero al difensore giallorosso Castan, che dovrà sottoporsi a un intervento neurochirurgico: «Voglio fargli un grosso in bocca al lupo. Anche se è un avversario molto forte, spero di rivederlo in campo il prima possibile».

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK