Juventus
    26.04.2015 15:58 - in: Serie A S

    Allegri: «Dovevamo gestire meglio il vantaggio»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    «Abbiamo giocato meglio rispetto alla partita di andata, meritavamo di più», le parole del tecnico livornese

    «A volte nel calcio capita l'imponderabile: all’andata la abbiamo vinta con un gol al 94’, oggi abbiamo giocato molto meglio e usciamo sconfitti». Sta tutta in questa frase di Massimiliano Allegri a fine partita la disamina del Derby della Mole. Una stracittadina nella quale la Juve esce sconfitta dopo aver prodotto molto gioco e colpito ben tre pali: «Rispetto alle ultime partite, questa è stata una delle migliori che abbiamo giocato, creando molto. Meritavamo di più, siamo stati sfortunati ma anche imprecisi»

    Le sbavature cui il tecnico fa riferimento sono le situazioni che hanno portato ai gol del Toro, in particolare il primo: «Siamo andati a complicarci la vita dopo essere passati in vantaggio. Bastava tenere la palla fra i nostri difensori, leggere meglio quel momento della partita. Il Toro non ci stava venendo a cercare, non aveva senso spingere per segnare il 2-0. Ci sono alcune fasi delle partite in cui si deve anche aspettare. È chi è in svantaggio a dover fare la partita».

    «Non si tratta di smettere di giocare – aggiunge Allegri – Ma di mantenere il comando del gioco, con pazienza. Sarebbe stato fondamentale chiudere il primo tempo in vantaggio». Poi, nella ripresa, è arrivata l’altra rete granata: «Anche in questo caso abbiamo delle responsabilità, nell’avere messo due contro uno i nostri avversari sulla fascia. Abbiamo preso due gol dopo averne subito uno in dieci partite, questo mi dispiace».

    Detto questo, per Allegri il bicchiere è comunque mezzo pieno: «Abbiamo creato molto, preso tre pali: è stata un’ottima prestazione, la nostra».

    Un’ottima prestazione e in generale in un match molto divertente, che ha fatto da contraltare a un pre partita tumultuoso a livello di tifo: «Io credo che in campo sia stata una partita bella e leale: questo dovrebbe avvicinare gli sportivi al calcio. Gli incidenti andrebbero evitati sempre, ma finché chi di dovere non decide, la situazione difficilmente migliora. Oggi come oggi non si possono portare i bambini allo stadio: in una situazione così non ci rimette solo il calcio, ma il Paese intero».

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK