Juventus
    10.04.2015 12:50 - in: Serie A S

    Allegri: «La testa solo al Parma»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    «Al Monaco penseremo da domenica mattina, perché vincere al Tardini varrebbe un altro pezzo di scudetto»

    «Una partita quasi decisiva per il campionato». Massimiliano Allegri lo ripete già da una settimana. Così aveva definito le gare contro Empoli e Parma alla vigilia della sfida contro i toscani e a poche ore da quella contro i ducali lo ricorda a tutti: «Vincere al Tardini varrebbe un altro pezzo di scudetto, perché dopo mancheranno sette partite e l'obiettivo sarebbe più vicino. Servirà una bella prova però, perché il Parma viene da buone prestazione, ha buoni valori tecnici e sta discretamente bene fisicamente. Vanno fatti i complimenti a Donadoni e tutti i giocatori per la dignità mostrata nel portare avanti una stagione vissuta tra grandi difficoltà».

    La Juve arriva in Emilia sulle ali dell'entusiasmo per la vittoria di Firenze: «Un partita bella e importante – sottolinea Allegri – giocata con grande tecnica e voglia di ribaltare un risultato. Non era mai capitato nella storia della Juventus, né in Italia né in Europa, di riuscire a ribaltare una sconfitta casalinga. I ragazzi hanno fatto una cosa in cui nessuno credeva e mi fa specie che già martedì, dopo una simile vittoria mi sia subito stato domandato delle condizioni di Tevez. Carlos sta bene ed è a disposizione. Non lo è ancora Pirlo, che potrà però rientrare martedì con il Monaco e anche Barzagli non ci sarà domani, perché dovrà stare a riposo. Dopo otto mesi fermo ha giocato cinque partite di grande intensità ed era normale che venisse fuori qualche acciacco, l'importante è essere bravi a gestire queste situazioni e a non rischiare infortuni».

    Dopo la qualificazione alla finale di Coppa Italia i media iniziano a parlare di possibile triplete e Allegri invita tutti alla calma: «Bisogna mantenere equilibrio, perché ora è più facile e pericoloso cadere. La nostra è un'annata ottima, possiamo renderla diventare eccezionale, ma mi farebbe arrabbiare che quanto fatto rientrasse nella normalità. La Champions è un sogno difficilissimo da realizzare e non dobbiamo pensare alla vittoria finale, ma fare un passetto alla volta. Martedì avremo un quarto di finale contro una squadra complicata da affrontare e ci penseremo da domenica mattina. Capisco l'ansia dei tifosi, ma con l'ansia si vive male. Bisogna aspettare la Champions con entusiasmo e serenità, anche perché non posso certo preparare oggi la partita con il Monaco, visto che il Parma gioca in modo completamente diverso. Quindi cerchiamo di prenderci i tre punti domani, che al momento sono molto più importanti».


     


     


     


     


     


     


     

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK