Juventus
    Juventus
      14.03.2015 20:50 - in: Serie A S

      Allegri: «Una prova di maturità»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      «Non abbiamo subito nulla e nel secondo tempo siamo riusciti a gestire la gara e a sbloccarla. Ci sono tutte le prerogative per giocare le nostre carte in Champions e per andare a vincere il campionato»

      «Non era una partita semplice, ma i ragazzi hanno dato prova di maturità. Non abbiamo subito nulla e nel secondo tempo siamo riusciti a gestire la gara e a sbloccarla. Potevamo fare meglio dopo il vantaggio, ma è andata bene ed è  vittoria in meno da ottenere verso quella finale»

      Massimiliano Allegri aveva chiesto di affrontare la gara contro il Palermo senza distrazioni e i suoi uomini l'hanno decisamente ascoltato, giocando una partita intensa e senza sbavature. Ora i punti di vantaggio, almeno momentaneamente, sono 14, ma questo non basta al tecnico per considerare chiuso il campionato: «Bisogna guardare la realtà. Mancano almeno sei vittorie e qualche pareggio. Oggi abbiamo messo un altro tassello importante, perché abbiamo vinto 1-0, che è un risultato che mi piace molto, e non abbiamo subito gol per la seconda partita consecutiva. C'è stato il gran rientro di Barzagli che ha giocato un ottima gara e hanno fatto bene anche De Ceglie e Sturaro. Quindi ci sono tutte le prerogative per giocare le nostre carte in Champions e per andare a vincere il campionato».

      Già, la Champions. Ora, finalmente, la Juve può concentrarsi sulla partita più attesa: «A Dortmund dovremo essere più bravi di oggi sotto il piano tecnico – sottolinea Allegri - Sarà difficile ma abbiamo buone possibilità di passare. Conosciamo le qualità del Borussia. È una partita in cui doveremo segnare, magari anche più di un gol, quindi dovremo essere propositivi e magari avere un pizzico di fortuna, ma abbiamo l'entusiasmo per affrontarla e dovremo prepararla nel migliore dei modi».
      A Palermo Allegri ha riproposto il 3-5-2 e potrebbe essere una soluzione anche in vista della gara europea: «Valuterò le condizioni dei giocatori prima di decidere – spiega il tecnico - Sturaro ha una caviglia malconcia e dovrò vedere se recupererò Pirlo, altrimenti avrò pochi centrocampisti. Inoltre Barzagli non giocava da tempo e in questi casi ci si mette di più a recuperare. Credo che torneremo a giocare a quattro, ma è anche possibile che ci si schieri di nuovo a tre in difesa».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK