Juventus
    04.04.2015 23:42 - in: Serie A S

    Allegri: «Vittoria che continua a darci morale»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Il tecnico fa i complimenti ai suoi: dalla difesa ai centrocampisti, soffermandosi su Padoin e Tevez. Ecco le sue dichiarazioni dopo l’ennesima vittoria contro l’Empoli.

    «Sono molto contento di quello che abbiamo fatto».

    La Juve torna alla grande dalla sosta delle Nazionali e si conferma la solita schiacciasassi: ci eravamo salutati contro il Genoa con una vittoria, e al rientro contro l’Empoli il conteggio dei punti messi in tasca è esattamente il medesimo: tre.

    Non potrebbe che essere soddisfatto quindi Massimiliano Allegri, intervistato dai media dopo Juventus-Empoli.

    «I tre di metà campo hanno giocato per la prima volta insieme, con Padoin davanti difesa e Ogbonna che ritornava dopo un mese. Abbiamo sbagliato qualche scelta di ultimi passaggi nel primo tempo, e concesso qualcosa all’Empoli nel secondo tempo quando abbiamo gestito partita, rischiando su alcune giocate che loro sono soliti fare. Bastava stare più attenti, ma sono contento di quello che abbiamo fatto: per la quarta partita non abbiamo preso gol, è un dato importante», ha continuato in maniera più approfondita la sua analisi il tecnico toscano.

    «Mancavano giocatori importanti oggi: è stata una bella vittoria che continua a darci morale in previsione della partita di martedì, poi di quella con il Parma e quindi di quella in Champions», è stato il suo verdetto sulla gara di stasera.

    I complimenti vanno naturalmente ad un avversario tosto e mai domo, capace di mettere in difficoltà i Campioni d’Italia nella loro tana. «L’Empoli non concede profondità: stasera hanno fatto una buona partita, sono stati molto bravi. Dovevamo fare una gara giocando tra le linee: era l’unico modo per aprirli un pochettino era spostarli da una parte all’altra, portando palla vicino all’area e rimanendo lucidi sull’ultima giocata. I toscani sono in grande salute e venivano da otto giornate utili consecutive».

    Dopo una disamina a volo d’uccello sui meriti di entrambe le squadre, Allegri con la lente d’ingrandimento analizza anche la prestazione dei singoli, su tutti Padoin – inesauribile in qualunque posizione – e Tevez. «Senza togliere nulla agli altri, Simone si sta dimostrando un gran professionista e un ragazzo bravo tatticamente: potrebbe anche fare da allenatore, non è facile giocare in tanti ruoli. Dà equilibrio alla squadra e quando gioca, gioca bene».

    «Tevez è un giocatore straordinario a livello tecnico e caratteriale: non è una sorpresa», ha concluso Allegri.

    L’ultima domanda va all’Europa e all’imminente sfida contro il Monaco, “squadra complicata da giocarci contro”.  «Se tecnicamente non vale il Borussia», ha risposto Allegri, «è vero che concede poco e si difende bene. Nel quarto di finale dobbiamo essere più bravi, non più forti per passare il turno»

    «Marchisio da domani sarà con la squadra», ha concluso il mister, toccando anche l’argomento infortunati. «Andrea spero di averlo a disposizione per il Monaco: ci manca su calci piazzati e geometrie, speriamo di ritrovarlo in condizione ottima quando rientra. Vidal, infine, ha preso una botta alla caviglia, ma non è niente di che»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK