Juventus
    12.05.2015 14:05 - in: Champions League S

    Ancelotti predica tranquillità e concentrazione

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Alla vigilia dello scontro decisivo di domani al Bernabeu, il tecnico avversario chiede ai suoi una partita giocata al massimo della concentrazione e senza affanno. Ogni polemica è lontana: “il madridismo sarà uno solo, domani”. Per James Rodriguez sarà fondamentale segnare subito.

    I fischi durante l’ultima partita? Le polemiche sul numero di passaggi a Bale? L’ultimo pareggio che ha fatto allontanare il Barcellona in classifica? Niente di tutto questo. Il Real c’è. Eccome. E' carico, concentrato e determinato nel voler passare il turno e approdare alla storica seconda finale consecutiva di Champions. E per far chiede il sostegno di tutti i suoi tifosi.

    Il messaggio per domani di Ancelotti è stato infatti uno ed inequivocabile: «Dovremo essere tranquilli e concentrati, al massimo. Abbiamo una voglia incredibile di giocarci  un’altra finale. Metteremo massima intensità, ma con la concentrazione necessaria per evitare problemi in partita. Queste sono infatti gare in cui non si possono commettere errori: dobbiamo far sì che sia un match di qualità».

    Questa è stata la dichiarazione più importante dell’ex tecnico bianconero, oggi sulla panchina del Real Madrid, alla vigilia della sfida contro la Juventus. Apparso in conferenza stampa a Valdebebas assieme a James Rodriguez, Ancelotti – che lo scorso anno ha regalato la tanto attesa Decima ai suoi tifosi, e di Champions League se ne intende parecchio – ha detto di aver visto una squadra “concentrata e con voglia, desiderosa di tornare a giocare un’altra finale di questa competizione”.

    «E’ un momento importante della stagione, siamo molto vicini a giocare la seconda finale consecutiva ed entrare nella storia. Abbiamo molta voglia di fare tutto quello che è nelle nostre forze per vincere»

    L’unico dubbio è  Benzema, recuperato dall’infortunio ma non ancora al top della forma per giocare 90+ minuti d’un fiato solo: «Karim sta bene, è disponibile al 100%», ha rivelato il tecnico italiano. «E’ pronto, può giocare dal principio o entrare in un secondo momento. In tal caso Chicharito ci darebbe profondità e attacca bene la linea difensiva, mentre Benzema fa giocare bene la squadra»

    «Ci vorrà equilibrio in tutti i reparti: giocando d’attacco, dovranno essere bravi centrocampisti e difensori a bilanciare. E non scarto l’idea di Sergio Ramos a centrocampo»

    Sulle recenti polemiche Ancelotti è entrato quindi con decisione, non lasciando spazio a dubbio alcuno.

    «Mi spiace per quanto successo a Casillas, ma capisco che lui ha molta esperienza e questo non lo influenzerà, ma sarà per lui ulteriore motivazione. Ci sono volte in cui capisco i fischi, e a volte no. Domani sarà distinto: tutto il madridismo capisce l’importanza di questa partita: i tifosi ci daranno una mano come contro l’Atletico e il Bayern, l’anno scorso. Domani il madridismo sarà uno solo»

    «Nelle ultime partite contro Valencia e Siviglia abbiamo giocato bene ma ci è mancata concentrazione nei piccoli dettagli. Domani dovremo evitare distrazioni, e giocare con intensità superiore».

    Riguardo alle dichiarazioni rilasciate dall’agente di Bale, il suo allenatore spende queste parole, ed un auspicio per la prossima sfida: «Per lui è una buona annata: l’anno scorso ha segnato nei momenti importanti come la finale, speriamo accada anche domani. Siamo contenti di quanto fatto da Bale. Purtroppo questo è un mondo in cui la gente parla troppo. I compagni gli vogliono bene, e la cosa è reciproca»

    Sull’atteggiamento in campo della Signora, Ancelotti non ha avuto infine nessun dubbio: «La Juve non farà alcun catenaccio: ha la sua identità di gioco e non la cambierà anche perché il vantaggio è minimo, cambia poco per loro giocare con tre o quattro dietro, e lo stesso vale per noi. Abbiamo una idea della partita e siamo concentrati su di questa».

    «Il primo obiettivo nostro è giocare la finale di Champions», ha concluso. «Siamo vicini a farlo, e le sensazioni che ho sono come quelle della scorsa semifinale».

    LE DICHIARAZIONI DI JAMES RODRIGUEZ
    «Dovremo fare gol subito, così la Juventus ci lascerà degli spazi»

    La pensa così il fenomeno colombiano del Real, che all’andata ha fornito un ottimo assist per CR7 ed è andato vicinissimo al gol colpendo la traversa dopo un’eroica deviazione di Sturaro.

    Presentatosi accanto ad Ancelotti ai media di tutto il mondo, ecco il suo appello al popolo madridista: «La partita significa molto per noi: il sogno è di essere a Berlino, e per questo necessitiamo l’appoggio del pubblico e noi 11 in campo dobbiamo dare tutto, così come i nostri tifosi».

    In poco tempo si è trovato catapultato dal Monaco al Real Madrid, passando per un ottimo Mondiale brasiliano. «Tutto è stato molto rapido, ma è successo perché mi sono allenato bene e ho lavorato per questo. Speriamo che domani tutto vada bene», ha commentato il numero 10 delle Merengues.

    «La Juve ha giocato con intensità all’andata», ha riconosciuto, «e noi abbiamo fatto degli errori. Domani sarà una bella partita, una buona prova e un esame per cercare di vincere ed arrivare a Berlino. Dobbiamo stare uniti domani: sia gli 80,000 nello stadio, che quelli fuori»

    Di fronte, alle ore 20,45 di domani, si troverà davanti campioni come Vidal, Tevez e Pirlo: «Hanno una squadra di qualità che gioca assieme da tanti anni, non dobbiamo sottovalutarli».

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK