Juventus
    Juventus
      10.11.2014 14:19 - in: Amichevoli S

      Buone notizie da Italia, Svizzera e Grecia

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Rugani e Untersee ricevono la chiamata delle proprie nazionali, mentre Buoy e Otin Lafuente determinanti con Panathinaikos e Entella

      Nel Talent Track di oggi ci congratuliamo con quattro giocatori della galassia prestiti e comproprietà bianconera: per due di loro è arrivata la convocazione in Nazionale, per uno di essi un gol nel derby di categoria e, per l’ultimo, sta maturando una progressiva affermazione non solo in Prima Squadra ma anche in coppa nazionale e in Europa.

      RUGANI AZZURRO
      Partiamo dalla vicina Empoli, dove Daniele Rugani sta stupendo i pochi che fin qui non ne conoscevano le qualità per lo spessore delle sue prestazioni in campionato: da undici giornate a questa parte, infatti, guida la linea difensiva della propria squadra con l’esperienza e il carisma di un consumato veterano.

      Il talento classe ’94 in comproprietà con l’Empoli, già protagonista l’anno scorso della risalita dei toscani nella massima serie, ha disputato tutte le gare da titolare finora mettendo a segno contro il Cesena la sua prima rete in A.

      Ma il gol più bello l’ha fatto con la prima convocazione in nazionale maggiore: Antonio Conte l’ha infatti chiamato per l’imminente sfida contro la Croazia degli Azzurri, e la successiva amichevole di Genova contro l’Albania.

      UNTERSEE IN U21
      A questa convocazione si aggiunge quella di Joel Untersee, stesso anno di nascita di Rugani, che risponderà all’appello della sua nazionale U21, quella svizzera.

      In prestito dall’anno scorso al Vaduz, squadra neopromossa dalla serie B Svizzera (Challenge League) anche grazie al suo apporto, il laterale destro difensivo ha disputato finora 12 dei 15 incontri della sua squadra in Super League. 

      Viene dal Sudafrica, dalla città di Roodepoort, ma è cresciuto calcisticamente in Svizzera. In bianconero è arrivato nella stagione 2011/12, quando viene notato dagli osservatori all’FC Zurich e fa il suo esordio in Primavera. A Vinovo ha trascorso due anni, prima del ritorno nella patria calcistica adottiva. 

      E’ stato paragonato all’ex bianconero Gianluca Zambrotta e, ovviamente, allo svizzero Lichtsteiner per la sua capacità di coprire il ruolo a tutto campo di “right full back”, ovvero un tornante vecchio stile di spinta capace di galoppare su tutta la fascia e, al contempo, saper coprire alla bisogna.  Joel, neanche a dirlo, è uno degli astri nascenti delle nazionali elvetiche giovanili e, continuando così, saprà conquistare anche la nazionale maggiore, dove lo Swiss Express bianconero è attualmente un punto fermo.  


      TRA GRECIA E LIGURIA
      In Grecia, Ouasim Buoy è stato uno degli protagonisti del classico PAOK-Panathinaikos terminato 1-2 (a vantaggio dei nostri eurorivali dell’Olympiakos, che approfittano del tonfo interno della capolista per portarsi a soli due punti dalla vetta di Super League).

      Decisa dai gol di Ajagun, Pereyra e Karelis, la supersfida greca ha visto il centrocampista olandese in prestito dalla Juventus giocare dal primo all’ultimo minuto (rimediando anche un giallo) sulla destra della linea mediana a tre, nel 4-3-3 messo in campo dall’allenatore greco Anastasiou.

      Centrale ma all’occorrenza trequartista, il giovane nato ad Amsterdam nel 1993 e cresciuto nelle giovanili dell’Ajax nella sua breve carriera fin qui ha già giocato nei campionati di quattro stati diversi: Olanda, Italia (al Brescia, dove si ruppe il crociato a febbraio 2013), Germania (sei mesi con l’Amburgo) e Grecia.

      Proprio ad Atene si sta ritagliando spazi importanti nell’XI titolare, sia in campionato che in Europa League. Settimana scorsa è anche andato in gol in Coppa di Grecia colpendo di sinistro per la rete del provvisorio 2-0 contro il Panetolikos Agrinio (3-1 lo score finale).

      Da segnalare, infine, anche il secondo gol nel campionato primavera di Hector Otin Lafuente, giovane spagnolo classe ’96 proveniente da Zaragoza.

      L’ala destra (ma all’occorrenza anche schierabile al centro e sulla sinistra), prelevato dalle giovanili della squadra della sua città nel 2012 e formatosi alla cantera bianconera di Vinovo,  milita ora tra le fila della Virtus Entella, dove gioca in Primavera.

      Otin Lafuente è andato in rete su rigore nel derby ligure contro la Sampdoria Primavera. All’Andersen di Sestri Levante i chiavaresi conquistano i tre punti dopo essere andati in svantaggio (rigore trasformato da Djordjevic) e aver riacciuffato il pari nel secondo tempo proprio grazie allo spagnolo, che prima si conquista il penalty venendo atterrato da Corsini, quindi trasforma al 19’ della ripresa. Sullo scadere, ancora Otin Lafuente ottiene la punizione dal limite che il compagno Zottino scarica in rete per il 2-1 finale.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK