Juventus
    04.04.2015 22:47 - in: Serie A S

    Carlitos non si ferma più

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Tevez trascina i bianconeri anche al successo contro l'Empoli con un gol segnato nel primo tempo e un altro propiziato nel finale.

    Carlos Tevez non si ferma più. L'Apache è protagonista anche della vittoria contro l'Empoli. Segna, fa segnare e gioca un'altra partita da leader indiscusso. La squadra lo segue, ne assorbe la forza e la voglia di vincere e lottare su ogni pallone e centra un successo fondamentale, perché se, Allegri dixit, «due terzi dello scudetto passano dalle partite contro Empoli e Parma», oggi i bianconeri hanno compiuto un passo avanti notevole.

    Con Pirlo e Marchisio fuori causa,  il tecnico affida la regia a Padoin e il jolly se la cava egregiamente, mentre in difesa risposa Chiellini e trova spazio un ottimo Ogbonna. Tevez prova subito la sventola da fuori, poi si beve due difensori con una finta e arriva quasi nell'area piccola, ma Sepe riesce a respingere in entrambi i casi. All'Empoli ben presto non resta che rintanarsi nella propria metà campo, schiacciato dall'aggressività della Juve, ma la velocità di Saponara è comunque un'arma da non sottovalutare. È dagli spunti del trequartista che nascono le prime azioni degli ospiti, che  intorno alla mezz'ora riescono a spezzare il ritmo dei bianconeri e a tenerli lontani dalla propria area di rigore. È anzi Maccarone a spaventare Buffon con una sventola in diagonale fuori di poco.

    Giusto il tempo di rimettere in gioco e la Juve passa: Sturaro entra in area dalla sinistra e Rugani, nel tentativo di ostacolarlo, tocca il pallone in direzione di Sepe che blocca con le mani. L'arbitro punisce il retropassaggio volontario con una punizione a due in area, che Tevez spedisce sotto la traversa, firmando il suo diciassettesimo centro in campionato e mandando i bianconeri al riposo sopra di un gol.

    L'Empoli torna in campo con maggiore verve e al 4' Buffon deve compiere il primo intervento, non troppo complicato, sul tentativo di Saponara dal limite. Più difficile è la parata cui è chiamato due minuti più tardi per deviare in angolo il colpo di testa di Pucciarelli.
    Sono i toscani ora a tenere in mano il gioco e la Juve punta sulle ripartenze di Tevez. Quella condotta al quarto d'ora e proseguita con il tocco per Vidal potrebbe essere letale, se il cross di Lichtsteiner, liberato dal cileno, fosse indirizzato a centro area invece che tra le braccia di Sepe.
    Allegri legge lo sviluppo della partita e inserisce Morata, più rapido di Llorente nel contropiede.

    L'Empoli non si scompone però e la Juve rischia grosso: Pucciarelli intercetta un rinvio di Bonucci, salta Ogbonna e si presenta in area davanti a Buffon, che compie un doppio miracolo, prima togliendogli il pallone dai piedi e poi respingendo il destro di Vecino.
    I bianconeri rispondono quando il solito Tevez ruba un pallone a ridosso dell'area e libera  al tiro Vidal, che piazza il destro, ma angola troppo.

    Si devono stringere i denti, perché la condizione dei toscani è eccellente e fino all'ultimo corrono, pressano e cercano di sfruttare anche il minimo errore portato dall'inevitabile stanchezza. L'esperienza però in questi casi è la miglior alleata, la Juve ne ha da vendere e riesce ad addormentare il ritmo della gara. Oltre all'esperienza poi, ha anche Carlos Tevez... A un minuto dal termine l'Apache scarica una sassata dal limite, Sepe riesce a malapena a respingere e Pereyra deve solo appoggiare in rete per chiudere la gara e regalare alla Juve e ai suoi tifosi una Pasqua dolcissima.

    JUVENTUS-EMPOLI 2-0

    RETI: Tevez 43' pt, Pereyra 49' st

    JUVENTUS
    Buffon; Barzagli, Bonucci, Ogbonna; Lichtsteiner, Vidal (41' st Pepe), Padoin, Sturaro (33' st Pereyra), Evra; Tevez, Llorente (22' st Morata)
    A disposizione: Storari, Rubinho, Chiellini, De Ceglie, Marrone, Vitale, Matri
    Allenatore: Allegri

    EMPOLI
    Sepe; Hysaj, Rugani, Barba, Mario Rui; Vecino, Valdifiori, Croce (29' st Zielinski); Saponara; Maccarone (27' st Mchedlidze), Pucciarelli (32' st Verdi)
    A disposizione: Pugliesi, Bassi, Somma, Tonelli, Laurini, Signorelli, Diousse, Brillante, Tavano.
    Allenatore: Sarri

    ARBITRO: Giacomelli
    ASSISTENTI: Paganessi, Stallone
    QUARTO UFFICIALE
    : Stefani
    ARBITRI D'AREA: Valeri, Merchiori

    AMMONITI: 3' st Tevez, 21' st Mario Rui, 34' st Saponara, 45' st Barzagli

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK