Juventus
    Juventus
      22.02.2015 18:00 - in: Champions League S

      Chiellini: «Siamo più forti e maturi»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      «Abbiamo grande rispetto del Borussia, ma siamo cresciuti rispetto agli anni scorsi e vogliamo dimostrarlo andando avanti in Champions»

      «In due partite può succedere di tutto». È questa la risposta di Giorgio Chiellini e chi sostiene che la Juventus sia favorita contro il Borussia. I tedeschi sono in netta ripresa in Bundesliga e oltretutto «hanno giocatori importanti che sono rientrati dagli infortuni che hanno caratterizzato la prima parte della stagione – continua Chiellini ai microfoni della RAI - C'è grande rispetto, ma anche grande voglia di vincere, di andare avanti e continuare a sognare in questo percorso europeo, perché ci sentiamo più forti e maturi degli anni scorsi».

      «I rischi sono le loro ripartenze e la loro velocità – avverte il difensore - perché hanno giocatori che si esaltano negli spazi. Per puntare sulla rapidità loro però si espongono a rischi altissimi e si è visto nella prima parte della stagione, quando hanno subito tanti gol “ a campo aperto”».

      La Juve che arriva alla sfida di Champions ad alcuni è parsa meno brillante rispetto all'inizio del 2015, ma la spiegazione è semplice: «Dopo gennaio abbiamo iniziato ad aumentare i carichi di lavoro perché la stagione è ancora lunga. Una squadra come la nostra, è abituata a giocare anche le partite infrasettimanali e da metà gennaio in poi abbiamo giocato davvero poco rispetto a quanto eravamo abituati, ma nel complesso siamo stati bravi. L'unico vero passo falso è stato quello di Cesena e come ci siamo detti in spogliatoio, dev'essere l'ultima volta che si sbaglia l'approccio alla gara in quel modo».

      I bianconeri insomma sono pronti ad affrontare la grande sfida, non solo fisicamente, ma anche e soprattuto a livello mentale: «Il gruppo è forte è cresciuto in modo costante in questi anni e vuole dimostrarlo anche in Europa. Questo però non dev'essere un assillo, ma dobbiamo vivere la Champions con entusiasmo, come un sogno, ma senza sentire il peso della responsabilità di rappresentare l'Italia in Europa».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK