Juventus
    19.10.2014 11:45 - in: Champions League S

    Eurorivali - Sorridono Olympiacos e Atletico, Malmoe ko

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    L’Olympiacos strappa i tre punti sul campo dell’Ergotelis, i colchoneros rifilano un secco 2-0 all'Espanyol mentre il Malmoe, dopo aver conquistato il titolo di campione di Svezia, perde davanti al proprio pubblico contro l’Elfsbor.

    Torna la Super League in Grecia dopo il turno di stop disposto dal ministro dello sport ellenico a seguito della morte di un tifoso, e con essa torna alla vittoria anche la squadra campione in carica, ovvero i nostri prossimi avversari di Champions League: l’Olympiacos.

    Espugnare il campo dell’Ergotelis non è tuttavia compito semplice, come hanno modo di verificare in prima persona i ragazzi di Gonzalez: un intero match ad inseguire, dopo la marcatura iniziale di Youssouf per i padroni di casa, al 43’, e il 2-1 provvisorio di Chanti, al 55’. L’Olympiacos, si sa, ha il merito di non essere mai domo e trova il pari con grande carattere a due minuti dalla prima rete con Mitroglou, e al 68’ con Dominguez, su rigore.

    Quello che tuttavia sembra un match destinato a concludersi con un giusto pareggio (sostanzialmente equivalente il conto dei tiri per le due squadre, nonostante il club del Pireo possa vantare un possesso palla ampiamente superiore, il 62%) viene deciso dal bomber Mitroglou, che al 90’ segna il gol vittoria che vale la doppietta personale e l’esplosione di gioia dei propri tifosi nella dolcissima zona cesarini.

    L’attaccante greco è al terzo gol in campionato: è il PAOK, tuttavia, a primeggiare sia in classifica marcatori (con il croato Mak, a quota 4 reti) sia in quella generale con tredici punti ma una partita in meno dell'Olympiacos. I nostri prossimi avversari di Champions si portano così a ridosso della vetta, ma dovranno attendere i risultati di PAOK-Atromitos e Veria-Levadiakos per vedere confermato il secondo posto provvisorio.

    In Svezia, l’Elfsborg rovina la festa scudetto al Malmoe, incoronato campione della Allsvenskan nell’ultimo turno di campionato, in trasferta. Il ritorno a casa ha, per gli uomini di Hareide, il gusto agrodolce: contro il club della città di Boras arriva infatti un’inattesa sconfitta interna per 1-2, nonostante il gol illusorio di Rosenberg dopo appena un minuto di gioco.

    La festa sugli spalti dura appena una frazione: nella ripresa, Larsson sgonfia ogni entusiasmo mettendo a segno una doppietta personale (al 66’ e 79’) che fissa il risultato finale e porta la sua squadra in seconda posizione (provvisoria) in classifica, ovvero in zona Europa League a dieci punti esatti dal Malmoe capolista.

    UPDATE
    Nel match prandiale della domenica di Liga, l'Atletico si impone per 2-0 sull'Espanyol, mostrando come la pausa per le Nazionali abbia giovato ai ragazzi di Simeone. Il tecnico argentino sceglie Raul Garcia e Mandzukic per l'attacco, mentre in difesa Juanfran, Jose Jimenez e Ansaldi rilevano Jesus Gamez, Miranda e Siqueira rispetto al match perso contro il Valencia. 

    Il vantaggio arriva grazie all'ex bianconero Tiago, abile a insaccare di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo un cross dalla trequarti di Gabi. A metà ripresa il gol che chiude di fatto la gara porta la firma di Mario Suarez, che mette in rete con un tap-in a porta vuota dopo che il colpo di Gimenez aveva scavalcato il portiere avversario. L'Atletico torna alla vittoria e l'Espanyol fa ritorno a a Barcellona a mani vuote, rimanendo fermo a metà classifica a quota 9 punti. I colchoneros sono al momento quarti a 17 punti, in attesa delle partite di Valencia e Siviglia. 


     

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK