Juventus
    Juventus
      20.02.2015 11:51 - in: S

      Gabetta: «Derby, bel momento di verifica»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      In un’intervista esclusiva a JTv, il mister dei Giovanissimi analizza il prossimo impegno di campionato che vedrà i suoi ragazzi opposti ai pari età del Torino

      A cinque giorni dall’ultima, vittoriosa trasferta in Sardegna (risultato rotondo di 0-4 ai danni della SEF Torres) e a due dal Derby della Mole di categoria, mister Gabetta – tecnico dei Giovanissimi Nazionali bianconeri – si è accomodato ieri negli studi dei JTv per parlare del momento di forma dei suoi ragazzi e dell’imminente sfida con il Torino. «In Sardegna  hanno dato a fondo le energie e fatto una buona partita, soprattutto in fase di possesso palla. Venti tiri in porta e tredici occasioni da rete: si sono mossi bene in un campionato che è una costante verifica della crescita di questi ragazzi. Si stanno abituando anche a considerare il risultato importante, nonostante non sia la priorità a quest’età», ha esordito l’allenatore piemontese.  

      Con i suoi giovani campionicini Gabetta sta disputando un’altra, memorabile stagione: la classifica recita secondo posto a tre punti dal Genoa, compagine capace di imporsi a Vinovo all’andata. «Abbiamo inanellato buone prestazioni nell’ultimo periodo, e domenica ci prepariamo a fornirne un’altra nel Derby, che anche per i ragazzi è molto sentito».

      «Questa parte agonistica ha molto valore nel calcio», ha aggiunto il mister, «e va letta attraverso la qualità della prestazione: i ragazzi si conoscono tra loro, sarà un bel momento di verifica. I derby sono sempre belle sfide ricche di occasioni da gol».

      La settimana prossima quindi i Giovanissimi saranno impegnati nella Nike Premier Cup 2015 (il programma completo prossimamente nel consueto appuntamento settimanale “Il Weekend del Settore Giovanile”), che vede opposte squadre di vertice come Juventus, Atalanta, Roma, Napoli, Empoli. «Sarà un momento utile per confrontarsi e fare un po’ il punto della situazione», è stata la sua analisi a riguardo. «Nonostante la brevità dei tempi (20min), si alza il livello della competizione e si scatta una fotografia del periodo, aiutandoci a centrare aree di miglioramento utili per le fasi finali del campionato».

      «Abbiamo già qualche ragazzo che gioca negli Allievi Nazionali, per cui devo dire che stiamo andando bene», ha quindi concluso il mister, tracciando un primo bilancio della stagione il cui obiettivo principale è la crescita (anche precoce) tecnica, agonistica e psicologica dei talenti bianconeri del futuro. «Abbiamo impiegato anche dei ragazzini del 2001: la strada è quella giusta e i ragazzi la stanno percorrendo bene».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK