Juventus
    13.06.2015 08:29 - in: Member S

    Il film della stagione: vi raccontiamo ottobre

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Un mese intenso per i bianconeri, che a parte la sosta per gli impegni delle Nazionali, giocano una partita quasi ogni tre giorni: alcuni sono già dei veri e propri big match. Vediamoli insieme.

    Proseguire la cavalcata in campionato, dare una sferzata al cammino in Champions League. Questi gli obiettivi di ottobre della Juventus in un mese che, intervallato solo dalla pausa per gli impegni delle Nazionali, mette in agenda sfide molto importanti.

    LA CHAMPIONS LEAGUE

    Il calendario della massima competizione continentale pone subito la Juventus davanti alle due trasferte più complicate. Una per il calore dell’ambiente (quella ad Atene), l’altra anche e soprattutto per il valore dell’avversario, l’Atletico Madrid di Simeone, vicecampione d’Europa.

    E inizia proprio da Madrid l’ottobre bianconero, esattamente il giorno 1 del mese. Il match contro l’Atleti è equlibratissimo e sembra indirizzato verso il pareggio a reti bianche. Poi, al 74’, Arda Turan, anticipa tutti su un cross proveniente dalla destra e batte Buffon. È il gol partita, ma complice la vittoria del Malmoe sull’Olympiacos, a fine del secondo turno l’equilibrio nel girone regna sovrano: tutte le squadre sono ferme a 3 punti.


    Occorre aspettare altri 20 giorni per vedere tornare la Juventus in campo in Champions. Accade in occasione della trasferta al Karaiskakis Stadium di Atene, dove i bianconeri ancora una volta cedono di misura. Un gol di Kasami al 35' del primo tempo, ma soprattutto le parate pazzesche di Roberto, portiere della squadra greca, nella ripresa, permettono alla squadra allenata da Michel di vincere.

    Si diceva delle parate di Roberto: nella ripresa la Juve cerca in tutti i modi di ribaltare il risultato, ma l'estremo difensore della squadra di casa respinge di tutto, a Morata (devia anche sulla traversa una sua conclusione) e a Tevez


    Nulla è perduto, anzi: in classifica del raggruppamento dei bianconeri Olympiacos e Atletico guidano a 6 punti, Juve e Malmoe sono a 3. Serve una seconda parte di girone ad alto livello, a partire da novembre.

    IN CAMPIONATO

    Il mese inizia con un vero e proprio scontro al vertice per la Signora, che il 5 ottobre riceve allo Juventus Stadium la Roma. Reduce dal magnifico filotto di vittorie, la Juve arriva appaiata ai giallorossi in vetta alla classifica a quota 15 punti, dal momento che anche gli uomini di Garcia hanno messo a segno un inizio di campionato ad altissimo livello.

    La partita è spettacolare almeno quanto la coreografia dei tifosi bianconeri. Juve in vantaggio poco prima della mezz'ora con Tevez, ma la Roma fra il 32' e il 44' minuto ribalta la situazione, con Totti su rigore prima e con Iturbe poi.

    Prima della fine del tempo, però, nei minuti di recupero, c'è ancora tempo per il pareggio bianconero, ancora di Tevez, ancora su rigore.

    Nella ripresa la Juve cresce, la Roma però è ben messa in campo, resiste e il 2-2 sembra il punteggio con cui è destinato a concludersi il match.

    Poi, al 41', la difesa della Roma  ribatte un cross da calcio d'angolo, sulla palla vagante si avventa Bonucci che calcia al volo: ne esce un tiro perfetto, che si insacca nell'angolino. Stadium in delirio, Juve sola in testa alla classifica.

    Ci sono altre tre partite giocate nel mese di ottobre, per la Signora. Dopo la vittoria contro la Roma si va a Sassuolo a giocare un match complicato, nel quale i bianconeri sono fermati sull'1-1. Accade tutto in pochi minuti: avanti i padroni di casa al 13' con Zaza, pareggio con un gran gol di Pogba sei minuti dopo. 

    Ultimi due impegni di questo mese intensissimo sono contro Palermo e Genoa, in tre giorni. Prima  partita il 26, allo Juventus Stadium. La risolvono due reti, di Vidal e Llorente: un gol per tempo per la Juve, che secondo il Mister Max Allegri ha dato il meglio nella seconda frazione di gioco. 


    Tre giorni dopo la Signora scende in campo per l'ultimo match di ottobre, contro il Genoa a Marassi. Ed è una sconfitta incredibile, quella che i bianconeri devono subire nello stadio dei rossoblu: la risolve, infatti, una rete di Antonelli alla fine del quarto e ultimo minuto di recupero della ripresa, al temine di una partita che la Juventus ha a lungo controllato. Basti pensare che quello di Antonelli è il primo gol subito in campionato dagli uomini di Allegri nella ripresa. Ed è la prima volta, finora, che la Juve è passata in svantaggio. 

    Nulla di compromesso, comunque: la Signora resta in vetta alla classifica, appaiata con la Roma.

    Concludiamo il racconto del mese di ottobre ma cominciamo a introdurre cosa accade a novembre. Il primo match del mese la Juve lo gioca a Empoli. Serve una prova convincente, per superare la sconfitta di Genova. E arriva prontamente: la risolvono, nella ripresa, Pirlo al 61' e Morata undici minuti dopo.

    La Juve ritrova gioco e soprattutto risultato: lo confermano alcuni dati statistici (Ne trovate molti nel nostro ): 580 passaggi, 57.2% di possesso palla. Sugli scudi Bonucci e Chiellini che giocano la mole impressionante, rispettivamente, di 93 e 90 palloni.

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK