Juventus
    05.04.2015 11:01 - in: Serie A S

    Juve-Empoli, parola ai numeri

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Le cifre più significative della vittoria di ieri sera, la quarta di fila in Serie A TIM per i ragazzi di Allegri

    Se vincere aiuta a vincere, chiudere con i tre punti prima della sosta per le nazionali ha certamente dato una mano a ripresentarsi davanti al proprio pubblico di casa con un’altra partita vittoriosa: dopo l’1-0 contro il Genoa, infatti, la Signora ha portato a quattro il numero di vittorie consecutive in campionato grazie al 2-0 ai danni dell’Empoli di ieri sera.

    Dato ancora più importante, come ha sottolineato ieri Allegri, in queste ultime quattro uscite la porta di SuperGigi è rimasta inviolata: merito di una coriacea retroguardia che ha ritrovato anche La Roccia Barzagli e degli interventi da campione del nostro Capitano, anche ieri tra i migliori in campo.

    I tre punti di ieri hanno certamente un peso specifico molto alto: non solo avvicinano i bianconeri verso il quarto titolo consecutivo, come ha twittato ieri il mister, ma pongono fine alla striscia d’imbattibilità più lunga nella storia dell’Empoli in Serie A: otto turni.
     

    La nostra striscia d’imbattibilità, invece, si allunga a 20 giornate (14V, 6N). In casa, i bianconeri non perdono da 43 partite di campionato e hanno vinto tutte le ultime sette. L’unica sconfitta recente risale alla partita di Coppa Italia contro la Fiorentina, a cui i ragazzi di Allegri vorranno porre rimedio già da martedì.

    I NUMERI DI GIOCO 
    Quella di ieri sera è stata una gara dalla grande intensità agonistica, dimostrata da ambo le parti: 22 i contrasti bianconeri contro i 25 degli ospiti, che però ne hanno vinti ‘solamente’ il 76% a fronte dell’86% dei ragazzi di Allegri.

    Lievemente più imprecisi a causa della pressione dei toscani sono stati i bianconeri (127 palle perse contro le 125 avversarie), ma più attivi in fase di recupero palloni (63 vs 50) e costruzione di gioco (57.9% di possesso palla, soprattutto nel primo tempo, e 628 palle giocate vs 443).

    Per evitare le ripartenze dell’Empoli e sfruttare al meglio lo spazio tra i reparti, Allegri ha fatto giocare i suoi mantenendo un baricentro basso (49.5m, tra i più bassi della stagione, con una linea del fuorigioco piazzata a 12.1m) e la squadra corta (34.4m: gli uomini di Sarri si sono allungati per una media di 41.3m in campo, aumentando gli spazi a disposizione dei bianconeri).

    Nonostante i padroni di casa abbiano cercato più le fasce, va all’Empoli il merio di aver piazzato più cross per le proprie punte (17 contro 15), anche se i bianconeri si sono resi più pericolosi in area avversaria per vie centrali (31 vs 17 le giocate utili), andando più spesso e con più precisione al tiro (7 le conclusioni nello specchio, a cui si aggiungono le 4 murate  dalla difesa azzurra e le 5 finite sul fondo).

    TANGO ARGENTINO
    Cinque dei sette tiri nello specchio della Juventus nella gara di ieri sera sono stati opera di Carlos Tévez, che ieri ha messo a segno l’undicesimo gol in campionato allo Juventus Stadium– lo scorso anno furono 10. Con la rete di ieri, l’Apache si è riportato in vetta alla classifica cannonieri del massimo torneo italiano, facendo scattare il contatore stagionale fino al numero 25 (a quattro marcature dal record personale in squadre europee).

    L’Apache è stato decisivo anche nella rete del suo compagno di squadra e nazionale Roberto Max Pereyra: il suo secondo gol in questo campionato è arrivato proprio con un tap-in su tiro di Carlitos. Il primo lo segnò al Verona il 18 gennaio, sempre grazie alla complicità del numero 10 bianconero.

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK