Juventus
    27.04.2015 18:46 - in: Serie A S

    Juve-Fiorentina Story: Top 5

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    A due giorni dalla sfida contro i viola, vi proponiamo una selezione di partite impresse nell’album dei ricordi più belli

    75 partite in casa, 49 vittorie, 158 gol bianconeri. Con numeri del genere non è semplice riassumere la storia degli incontri a Torino fra Juventus e Fiorentina. Proviamo allora a rivivere cinque match che in qualche modo sono impressi nella memoria del popolo juventino.

    #5 – 1983: la vincono Bobby Gol e Pablito
    Sono Bettega e Paolo Rossi i marcatori dello #JuveFiorentina che va in scena al Comunale il 20 febbraio 1983. Marcature aperte al 19’ da Bobby Gol, che riceve un assist dello stesso Rossi, il quale aveva sottratto il pallone al portiere Galli. La Juve va in gol ancora una volta prima della fine del primo tempo (autorete di Ferroni) e il tabellino è chiuso nella ripresa ancora da Pablito, che riceve un assist da destra di Michel Platini e batte il portiere viola per la terza volta

    #4 – 1953: sono otto!
    Il record di segnature in un match casalingo contro i viola è datato 1953: il 22 febbraio la Fiorentina arriva a Torino e viene letteralmente travolta. Lo zero a zero dura un minuto: tanto ci mette Boniperti, che segnerà anche un’altra rete, a battere il portiere Costagliola. Le altre marcature: oltre alla doppietta di Boniperti arrivano anche quelle di Carapellese e John Hansen, oltre ai gol di Vivolo e Praest.

    #3 – Il gol dell’ex nel 1993
    Finisce tre a zero anche nel 1993. Il 25 aprile, allo Stadio Delle Alpi. E tutto si decide nella ripresa: Juve in vantaggio allo scoccare dell’ora di gioco, con un gol di Marocchi. Raddoppia Ravanelli, all’80’ e chiude il tabellino Roberto Baggio su rigore al primo minuto di recupero. Si tratta di un gol significativo, perché è il primo segnato da Baggio a Torino da ex contro la squadra viola.

    #2 – 1977: è Pokerissimo
    Sono firme di grande prestigio, quelle che permettono alla Juve di battere per 5-1 la Fiorentina al Comunale, il 23 ottobre 1977. Quinta giornata di campionato: i bianconeri passano con Boninsegna al decimo e immediatamente raddoppiano, un minuto dopo, con Tardelli. Micidiale l’uno-due bianconero, ma non è finita: al 18’ un autogol porta la Signora sul 3-0. Sembrano riaprirsi i giochi tre minuti dopo grazie a un gran gol di Caso per gli ospiti, ma non è così. Bastano infatti cinque minuti, nella ripresa, per chiudere definitivamente il match, con le reti di Causio (49’) e Benetti (54’).

    #1 – Quel magnifico 3-2 del 1994
    Probabilmente, se chiedessimo qual è lo #JuveFiorentina che il popolo bianconero ricorda con maggiore emozione, la risposta sarebbe quasi unanime: quello della stagione 1994/1995. La Juventus ospita i viola il 4 dicembre 1994: la compagine toscana affronta il match senza timori reverenziali e anzi, poco dopo la mezz’ora del primo tempo, è addirittura avanti per 2-0 (gol di Baiano al 24’ e di Carbone 11 minuti dopo). Ma nella ripresa la Signora si scatena. Per la precisione, si scatena Vialli, che in tre minuti, fra il 73’ e il 76’, pareggia i conti. E c’è tutta la grinta del numero 9 bianconero in quel gesto, dopo la rete del 2-2. Una breve esultanza e soprattutto un incitamento ad andarla a vincere, questa partita. Ci pensa un giovane, che si sta facendo strada a suon di ottime prestazioni. Mancano tre minuti alla fine: lancio lungo dalla sinistra, un esterno al volo proprio sotto l’incrocio dei pali e uno stadio intero che esplode di gioia. Quel ragazzo si chiama Alessandro Del Piero.

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK