Juventus
    15.04.2015 10:36 - in: Champions League S

    Juve-Monaco, i numeri del match

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Le principali statistiche del match di ieri sera allo Stadium, andata dei quarti di finale di Champions League

    Il precedente diceva: Juve imbattuta in casa contro squadre francesi e Monaco mai vittorioso in Italia.

    Così è stato anche ieri sera con il successo di misura dei ragazzi di Allegri grazie al gol su rigore di Vidal, che regala un “piccolo vantaggio” per la trasferta di ritorno di mercoledì prossimo (la Juve ha passato il turno le ultime sei volte in cui ha vinto la gara d’andata).

    Ora le vittorie in casa contro squadre francesi salgono a 11, condite da due pari (ve le raccontiamo tutte qui).

    Importante il gol dagli 11 metri per Arturo Vidal, che non segnava da 8 gare in Champions League, ovvero dalla tripletta contro il Copenaghen nel novembre 2013. Cinque degli ultimi sei gol del Guerrero in UCL sono arrivati proprio dal dischetto.

    Come ha sottolineato il capitano a fine gara, è stato importante mantenere la porta inviolata in sette delle ultime otto partite ufficiali: buon viatico in vista del secondo round al Louis II.

    Da rivedere per mercoledì sarà l’atteggiamento dei primi minuti in campo: come ha sottolineato Evra ai microfoni dei media ieri, la Signora si è fatta prendere da un’ansia ingiustificata, concedendo troppe ripartenze agli avversari.

    La Juve ha infatti concesso otto tiri al Monaco nel primo tempo: solo contro il Napoli in Supercoppa ne aveva subiti di più nella prima frazione (11) in questa stagione. In totale i francesi hanno effettuato 16 tiri ieri sera: ne avevamo subiti 14 in totale nelle due partite con l’Atletico Madrid.

    Quella andata in campo ieri sera è stata una formazione dall’alto tasso di esperienza, con i senatori dello spogliatoio in campo e il prezioso apporto di coloro che le semifinali di Champions, in carriera, le hanno già centrate almeno una volta.  L’età media dell’11 iniziale della Juventus è stata infatti la seconda più alta per i bianconeri nella moderna edizione del trofeo: 30 anni 64 giorni, mentre fu di 30 anni e 73 giorni nel settembre 2005 contro il Rapid Vienna (vittoria 3-0 con reti di Trezeguet, Mutu e Ibrahimovic).           

    I PRIMATISTI INDIVIDUALI
    Passaggi positivi: Chiellini, 73
    Palle recuperate: Buffon, 13
    Palloni giocati: Chiellini, 96
    Passaggi intercettati: Chiellini ed Evra, 4
    Cross: Lichtsteiner, 4
    Lanci positivi: Pirlo, 7
    Contrasti vinti: Vidal, 7
    Dribbling positivi: Evra e Marchisio, 100%
    Occasioni create: Pereyra, 4
    Tiri nello specchio e sponde: Tevez, 2
    Falli subiti: Morata, 5

    La nostra MATCH ROOM per ulteriori statistiche

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK