Juventus
    Juventus
      20.03.2015 13:27 - in: Champions League S

      Juve-Monaco, solo due i precedenti

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Le squadre si sono incontrate solamente nella doppia semifinale dell’edizione 1997/1998 della Champions League: passò il turno la Juventus

      È una sfida quasi inedita, Juventus-Monaco. Per trovare l’unico precedente che lega i bianconeri alla compagine monegasca bisogna andare indietro di 17 anni, esattamente alla stagione ‘97/’98, quando le due squadre si affrontarono in occasione della doppia semifinale di Champions League.

      In quel Monaco giocavano due nomi che i tifosi bianconeri avrebbero poi conosciuto bene: il temibilissimo reparto offensivo della squadra del Principato era composto da due attaccanti di nome Thierry Henry e, soprattutto, David Trezeguet. Il primo sarebbe arrivato nel 1999 a Torino, il secondo l’anno dopo e avrebbe contribuito a scrivere un decennio di storia della Signora.

      Anche allora, come accadrà il 14 aprile prossimo, teatro della partita di andata fu lo stadio di Torino. Il 1 aprile ’98, di fronte a oltre 50 mila tifosi, la Juve strapazzò il Monaco, battendolo per 4-1.

      In vantaggio dopo la mezz’ora con una splendida punizione di Del Piero, i bianconeri si fanno raggiungere al 45’ da Costinha, ma nei minuti di recupero del primo tempo tornano avanti su calcio di rigore (segna di nuovo Pinturicchio). Ancora una massima punizione del numero 10 (autore quindi di una tripletta) al 62’ allunga le distanze fra le due formazioni, con tabellino chiuso a due minuti dal 90’ grazie a un gran gol di Zidane dal limite dell’area.

      Al ritorno nel Principato, 14 giorni dopo, i biancorossi si devono giocare tutto, ma non vanno oltre la vittoria per 3-2. È un match durissimo, quello di Montecarlo, anche da un punto di vista fisico. Dopo pochi minuti Inzaghi deve lasciare il campo per un violento colpo al labbro subito da Diawara (che nella stagione successiva passerà al Toro), che lo costringe a farsi medicare in ospedale. 
      Entra al suo posto Amoruso, che al quarto d’ora del primo tempo mette praticamente in ghiaccio la qualificazione portando in vantaggio i bianconeri. Uno sfortunato autogol di Conte riequilibra la partita al 38’ e nella ripresa i padroni di casa passano nei primi minuti proprio con Henry. Ancora Del Piero, al 74’, rimette in parità il match: la rete dei monegaschi con Spehar a meno di dieci minuti dal termine serve solo per vincere il confronto, ma in finale di Champions ci va la Juve.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK