Juventus
    Juventus
      22.04.2015 23:58 - in: Champions League S

      Le parole di Marotta dopo Monaco-Juventus

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      “La società è solida, e vogliamo proporci ai livelli consoni europei della storia della Juventus. Stasera contava passare il turno”

      Al termine della partita del Louis II, l’amministratore delegato bianconero Giuseppe Marotta si è presentato ai microfoni dei media per commentare il passaggio del turno alle semifinali della più prestigiosa competizione europea, rendendo merito al mister, alla squadra e parlando dei margini di miglioramento della società e di questo gruppo.

      Ecco quanto dichiarato a Sky Sport:

      «Stasera era dura, diamo merito alla società. Non so le percentuali di merito di un allenatore, ma abbiamo creato i presupposti ad Allegri per fare bene, e lui sta facendo grosse cose. La partita di stasera corona un cammino importante. Oggi la prestazione non sarà piaciuta, ma contava passare e i giocatori hanno margini di crescita. L'obiettivo ora sarà di vincere e convincere. Questo gruppo ha tanto da migliorare»

      «Economicamente [l’approdo in semifinale] non era l’obiettivo principale, ma è ossigeno che fa bene», ha continuato l’ad bianconero. «In questi anni abbiamo aumentato sempre il livello di qualità di questo gruppo, e lo faremo anche quest’anno nella campagna estiva. La società è solida, e vogliamo proporci ai livelli consoni europei della storia della Juventus»

      Sul sorteggio di venerdì, invece, ecco cosa ha avuto da dire Marotta:

      «Sono tre corazzate, ma noi ce la giochiamo fino in fondo consapevoli che c’è un divario tecnico e di fatturato. Siamo i quarti da questo punto di vista, ma non si sa mai. Scudetto e coppa Italia dobbiamo prenderli come obiettivi. Per la Champions dobbiamo essere realisti e valutare i valori, ma se c’è un pizzico di fortuna mai dire mai»

      Pogba sarà recuperabile per le semifinali?, la domanda. «Sarà pronto tra una ventina di giorni, la valutazione è dei medici, ma è giovane e può recuperare più facilmente degli altri».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK