Juventus
    12.11.2014 12:26 - in: S

    Lotta al match-fixing

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Il progetto "Per l’integrità del gioco: formazione in campo contro le frodi sportive” realizzato dalla Lega di Serie A ha fatto tappa a Vinovo, coinvolgendo i i ragazzi della Primavera e degli Allievi Nazionali

    Il progetto "Per l’integrità del gioco: formazione in campo contro le frodi sportive” realizzato dalla Lega di Serie A in collaborazione con Sportradar, ha fatto tappa oggi a Vinovo per una giornata di formazione ed educazione sul fenomeno del match-fixing dedicata ai giovani calciatori, allo staff tecnico e dirigenziale

    Nel corso del workshop formativo, cui hanno partecipato i ragazzi della Primavera e degli Allievi Nazionali sono state illustrate ai giocatori le modalità di individuazione e contrasto delle frodi sportive legate alle scommesse, le tecniche seguite per truccare una partita, e mostrati casi reali e concreti di match-fixing tratti dall’esperienza investigativa di Sportradar, condotta a livello internazionale. Di grande importanza anche la disamina delle norme e sanzioni penali e sportive in vigore, al fine di fornire a tutti i partecipanti una reale ed adeguata preparazione sui rischi e pericoli legati al fenomeno. Ampio spazio, infine, al ruolo cruciale dei social network nei casi di manipolazioni di incontri e nei tentativi di approccio dei "fixers".

    Un programma strutturato che mira a informare ed educare tutti gli attori del sistema calcio, dai giocatori, ai dirigenti, ai membri degli staff dei club, sui rischi e le conseguenze di un fenomeno tanto allarmante come quello delle manipolazioni dei match, con particolare attenzione al processo educativo delle selezioni giovanili.

    «La partecipazione dei nostri ragazzi a questo workshop si inserisce nel percorso di crescita professionale e formativa che ci impegniamo a portare avanti ogni giorno sul campo e a scuola – ha spiegato Gianluca Pessotto - Credo infatti che il nostro ruolo sia quello di accompagnarli in questa fase delicata del loro sviluppo e guidarli nella giusta direzione, mettendoli in guardia da quelli che purtroppo possono essere i pericoli nascosti all'interno dello sport. E' importante che i giovani conoscano a fondo il problema e imparino a comportarsi responsabilmente, diventando i veri protagonisti di domani».

    La giornata di formazione è stata condotta da Marcello Presilla, Responsabile per l’Italia di Sportradar AG, società leader a livello mondiale nelle attività di contrasto e prevenzione delle frodi sportive, che controlla i flussi anomali di betting a livello internazionale attraverso il Fraud Detection System, il più sofisticato ed avanzato sistema di controllo al mondo, al servizio della UEFA e di altre importanti Istituzioni sportive, che verifica gli andamenti delle quote sul mercato globale del betting sportivo, rilevando eventuali anomalie e/o andamenti sospetti.


    La gallery

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK